Vai al contenuto

Un nuovo affresco di Leda e Zeus a Pompei

novembre 19, 2018

Nuove scoperte a Pompei: affresco di Leda e il cigno (Cesare Abbate, MiBAC)

Gli scavi nella Regio V a Pompei hanno portato alla luce uno splendido affresco del dio romano Giove, nella forma di cigno, e Leda, la regina di Sparta nella mitologia greca. Il dipinto si trova nella camera da letto di un’antica domus, una lussuosa casa romana. L’affresco stupisce per la qualità e i suoi colori ancora straordinariamente vivaci.

Leggi tutto…

Scavata la città greca di Tenea

novembre 16, 2018

Reperti di sepolture ellenistiche e romane:
tomba di età ellenistica (a), lucerna romana con la raffigurazione di Igea (b), orecchini d’oro romani (c), moneta di Sicione (d) e ceramica ellenistica (e) (Ministry of Culture and Sports, Greece)

Per la prima volta è stata scavata una parte dell’antica città greca di Tenea, vicino a Corinto. Gli archeologi hanno trovato i resti di alcune abitazioni e sette nuove tombe datate dal 300 a.C. al 400 d.C., piene di reperti, gioielli e monete ellenistiche e romane. Gli studiosi conoscono la posizione generale di Tenea almeno dal XIX secolo – vicino all’odierno villaggio di Chiliomodi – ma finora gli scavi avevano interessato solo il cimitero fuori dalla città.

Leggi tutto…

Scoperte 252 monete vichinghe a Ribe

novembre 12, 2018

Il viso del re? (Sydvestjyske Museer)

Il fortunato ritrovamento di una rara moneta col metal detector ha portato alla scoperta di 252 monete vichinghe. Il tesoro si trova vicino a Ribe, la città più antica della Danimarca. Furono gettate sul fondo di una palude come offerta rituale per gli dèi norreni oppure perse da un mercante, all’inizio del IX secolo, durante il regno di Goffredo di Danimarca.

Leggi tutto…

Kaires, l’unico amico del faraone

novembre 8, 2018

La statua di Kaires, forse visir dell’epoca per un faraone della V dinastia (Czech Institute of Egyptology, Faculty of Arts, Charles University)

Vicino a una piramide di Abusir, in Egitto, un gruppo di archeologi ha portato alla luce un complesso funerario del III millennio a.C. I geroglifici narrano l’eccezionale carriera del sacerdote Kaires, descritto come “Unico amico” del faraone, “Sovrintendente di tutti i lavori del re”, “Custode del segreto della Casa del Mattino” e molto altro ancora. La stessa architettura della tomba di Kaires è unica, e al suo interno giace ancora la sua statua di granito, miracolosamente conservatasi nella sua posizione originale.

Leggi tutto…

Oppio nella brocca antica

novembre 6, 2018

La brocca e la testa del seme del papavero da oppio, vagamente simile (Università di York)

Gli scienziati dell’Università di York hanno scoperto tracce di oppiacei all’interno di una brocca di 3.500 anni fa. È la prima volta che si ottengono prove chimiche affidabili del papavero da oppio in questo particolare vaso antico: «Siamo riusciti a trovare tracce di un alcaloide dell’oppio chiamato papaverina», ha affermato la dottoressa Rachel Smith. La brocca, conservata al British Museum, era rimasta sigillata sin dalla Tarda Età del Bronzo e conteneva ancora residui di olio vegetale.

Leggi tutto…

Il primo utilizzo della noce moscata

novembre 3, 2018

Gli archeologi Peter Lape (a sinistra) e Daud Tanudirjo (Andrew Lawless)

Nel sito archeologico di Pulau Ay, una piccola isola nell’arcipelago di Banda, in Indonesia, sono stati trovati i primi residui di noce moscata mai usata come ingrediente alimentare. Si trovano su frammenti di ceramica di 3.500 anni, ovvero 2.000 anni prima dell’uso più antico di questa spezia.

Leggi tutto…

Il relitto intatto più antico del mondo

ottobre 30, 2018

La nave mercantile greca risalente al 400 a.C. (Black Sea Maritime Archeology Project/EPA-EFE/Shutterstock)

I resti di una nave mercantile greca sono stati identificati come il più antico relitto intatto al mondo. Scoperta nel 2017 al largo della Bulgaria, la nave giace indisturbata sul fondo del Mar Nero da ben 2.400 anni.

Leggi tutto…