Skip to content

Scoperto un nuovo manoscritto mixteco nel Codice Selden

agosto 27, 2016
(Journal of Archaeological Sciences Reports, 2016 Elsevier)

(Journal of Archaeological Sciences Reports, 2016 Elsevier)

I ricercatori della Biblioteca Bodleiana dell’Università di Oxford, e di due università dei Paesi Bassi, hanno usato delle tecnologie avanzate di imaging iperspettrale per scoprire i dettagli di un raro codice messicano risalente a prima della colonizzazione delle Americhe.

Il codice appena svelato era rimasto nascosto per quasi 500 anni, nascosto sotto a uno strato di gesso sul quale era stato successivamente scritto un manoscritto noto come il Codice Selden, conservato presso la Biblioteca Bodleiana. Gli scienziati hanno usato le immagini iperspettrali per rivelare le scene pittografiche di questo notevole documento e hanno pubblicato le loro scoperte sul Journal of Archaeological Science: Reports.

Leggi tutto…

Sarà pubblicato il manoscritto Voynich, un libro che nessuno potrà leggere

agosto 26, 2016
tags:
(AFP)

(AFP)

È uno dei libri più misteriosi del mondo, un manoscritto medievale scritto in una lingua sconosciuta o in un codice che nessuno ha ancora decifrato.

Gli studiosi cercano da tempo di decifrare il manoscritto di Voynich, il cui intrigante mix di scrittura elegante e disegni di strane piante e donne nude ha fatto credere a qualcuno di avere poteri magici.

L’usurato libro è oggi al sicuro nella Biblioteca Beinecke di libri rari e manoscritti dell’Università di Yale (Stati Uniti), usato solo raramente. Ora però, dopo 10 anni di richieste, la Siloe, una piccola casa editrice spagnola, si è assicurata i diritti per riprodurre il documento.

Leggi tutto…

Scoperta a Cipro una delle più grandi tombe della Tarda Età del Bronzo

agosto 8, 2016
Vaso con disegni di pesci (Peter M. Fischer)

Vaso con disegni di pesci (Peter M. Fischer)

Una tomba contenente un tesoro di scarabei egizi, diademi, beni di lusso esotici, perle e orecchini in oro è stata scoperta nel sito dell’Età del Bronzo di Hala Sultan Tekke, sull’isola di Cipro.

Gli oggetti d’oro e gli oltre 100 vasi di ceramica riccamente ornati, rinvenuti nella tomba e in una fossa per le offerte funerarie, attestano l’importanza di Cipro come centro di commerci, con collegamenti che si estendevano fino alla Svezia.

Hala Sultan Tekke fu un’importante città dal 1.600 al 1.150 a.C. Gli archeologi dell’Università di Göteborg hanno scoperto una delle più grandi tombe della Tarda Età del Bronzo mai trovate a Cipro.

Leggi tutto…

Un’enorme esondazione potrebbe provare la leggenda della prima dinastia della Cina

agosto 6, 2016
La gola dei monti Jishi sul Fiume Giallo (Qinglong Wu)

La gola dei monti Jishi sul Fiume Giallo (Qinglong Wu)

Molte civiltà fanno risalire le loro origini a metà tra storia e leggenda. Nel caso della Cina, quella sottile linea avvenne tra il 2.200 e il 2.000 a.C., quando un eroe leggendario chiamato Yu riuscì a fermare l’esondazione del Fiume Giallo e a guadagnare l’autorità per fondare la dinastia Xia, tradizionalmente considerata la prima dinastia di imperatori cinesi. Questa storia è stata però scritta molto dopo i presunti fatti, e gli archeologi finora non erano riusciti a trovare prove attendibili per verificare né l’esondazione né la stessa dinastia Xia.

Ora però, una squadra di scienziati specializzati in archeologia, antropologia, sismologia e geologia, ha pubblicato uno studio sulla rivista Science che supporta la leggenda cinese, e che suggerisce la storicità della dinastia Xia.

Leggi tutto…

Scoperto un palazzo medievale al castello di Tintagel, luogo di nascita di re Artù

agosto 5, 2016
Lo scavo al castello di Tintagel (Emily Whitfield-Wicks/Emily Whitfield-Wicks)

Lo scavo al castello di Tintagel (Emily Whitfield-Wicks)

In Inghilterra gli archeologi hanno scavato delle mura spesse un metro vicino al castello di Tintagel, famoso per essere considerato il luogo di nascita del leggendario re Artù. La scoperta è interessante poiché si tratterebbe di un palazzo del VI secolo, un epoca nella quale sarebbe vissuto proprio il (controverso) personaggio storico di Artù.

L’edificio era forse un palazzo reale, appartenuto ai re dell’antico regno britanno di Dumnonia.

Gli studiosi si chiedono da tempo se Artù sia mai esistito o se sia invece un personaggio leggendario, ispirato ad altre figure storiche.

Leggi tutto…

Scoperto un canale sotto il Tempio delle Iscrizioni di Palenque

agosto 4, 2016
(INAH)

(INAH)

Nel sito Maya di Palenque, in Messico, gli archeologi hanno scoperto un canale d’acqua sotterraneo costruito sotto il Tempio delle Iscrizioni, il monumento funebre che ospita l’antico re maya Pacal.

Secondo l’archeologo Arnoldo Gonzalez, la tomba e la piramide sarebbero state costruite di proposito sopra una fonte d’acqua, tra il 683 e il 702 d.C. Il tunnel portava acqua da sotto la camera funeraria fino all’ampia spianata davanti al tempio, dando quindi allo spirito di Pacal un cammino verso il mondo ultraterreno.

Leggi tutto…

Le prime tracce di uso di tabacco in Nord America

agosto 3, 2016
(U.S. Air Force photo by Todd Cromar)

Gli scavi nell’accampamento preistorico (U.S. Air Force photo by Todd Cromar)

Nel deserto dello Utah, gli archeologi hanno scoperto un accampamento per la caccia preistorico. A pochi centimetri sotto la superficie, i ricercatori hanno trovato un accampamento usato dai cacciatori-raccoglitori 12.300 anni fa, quando quella stessa terra era paludosa.

I manufatti scavati includono i resti carbonizzati di un antico focolare, una punta di lancia e, più sorprendentemente, una collezione di semi di tabacco – probabilmente le prime prove di consumo di tabacco mai scoperte in Nord America.

«La cosa interessante è che non ci sono prove dirette di uso di tabacco dopo i 3.000 anni», dice Daron Duke, archeologo del Far Western Anthropological Research Group, in Nevada. «E queste sono di oltre 12.000 anni fa!».

Leggi tutto…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 798 follower