Skip to content

Le donne di Stonehenge

febbraio 8, 2016
(Mike Pitts)

(Mike Pitts)

I resti di 14 donne, ritenute di elevato stato sociale e importanza, sono state ritrovate a Stonehenge, il famoso monumento in Inghilterra.

Secondo una ricerca pubblicata sull’ultimo numero di British Archaeology, la scoperta, insieme ad altri ritrovamenti, supporta la teoria secondo cui Stonehenge funzionò, almeno per una parte della sua lunga storia, come un cimitero nel quale vennero cremati i capi e altri individui di spicco. Continua a leggere…

Gli antichi greci non avevano laptop

febbraio 6, 2016
tags:
Grave Naiskos of an Enthroned Woman with an Attendant (100 BC) (J. Paul Getty Museum)

Naiskos funeraria di donna con serva (100 BC) (J. Paul Getty Museum)

Un antico rilievo funerario conservato al Getty Museum di Los Angeles ha fatto nascere delle ipotesi complottistiche, nonostante l’opera d’arte abbia oltre 2.100 anni.

Alcune persone sostengono che il “Naiskos funerario di donna con serva” sia la prova che i viaggi nel tempo abbiano portato gli antichi greci al contatto col mondo moderno, fornendogli un computer portatile nel 100 a.C. Continua a leggere…

Gli astronomi babilonesi seguivano l’orbita di Giove

febbraio 5, 2016
(Justin Lane/epa/Corbis)

(Justin Lane/epa/Corbis)

Gli antichi astronomi babilonesi seguivano l’orbita di Giove usando una tecnica che gli storici credevano fosse stata inventata circa 1.400 anni dopo, in Europa.

Questo secondo uno studio pubblicato su Science da Mathieu Ossendrijver dell’Università Humboldt di Berlino. Ossendrijver ha un dottorato in astrofisica, ma invece di studiare le stelle, ha speso i suoi giorni sulle fragili tavolette d’argilla, ricoperte dai caratteri cuneiformi lasciati dai sacerdoti babilonesi.

E fra tutte quelle studiate, quattro misteriose tavolette erano diverse da tutte le altre. Continua a leggere…

Trovata una barca di 4.500 anni nella necropoli di Abusir

febbraio 3, 2016
tags: ,
(Czech Institute of Egyptology)

(Czech Institute of Egyptology)

In Egitto, gli archeologi cechi hanno scoperto un’antica barca funeraria vicino alle piramidi di Abusir, un ritrovamento che potrebbe gettare luca sulla costruzione navale nell’antico Egitto.

Il ritrovamento dei resti di una barca di oltre 4.500 anni, che secondo gli archeologi sarebbe appartenuta a una persona di rilievo della società, è stato fatto al cimitero sud di Abusir. Continua a leggere…

Il prossimo grande restauro di Göbekli Tepe

febbraio 2, 2016
(Vincent Musi, National Geographic Creative)

(Vincent Musi, National Geographic Creative)

Il più antico tempio del mondo potrebbe presto avere un nuovo look. Un nuovo progetto promuoverà e si occuperà della conservazione di Göbekli Tepe, sede delle più antichi templi di pietra mai scoperti. La Turchia spera di promuovere il famoso sito, che si trova in una regione dove il turismo è diminuito a causa del vicino conflitto siriano e della crisi dei rifugiati.

Dall’inizio degli scavi nel 1995, il sito ha cambiato il modo in cui gli archeologi vedono le origini della civiltà. Le sue strutture circolari, con le loro elaborate pietre incise e i caratteristici pilastri a forma di T, hanno oltre 12.000 anni – più antiche dell’invenzione dell’agricoltura o persino della ceramica. Continua a leggere…

Scoperto un teatro greco sull’isola di Leucade

gennaio 23, 2016
(Ministero della cultura greco)

(Ministero della cultura greco)

Gli scavi archeologici sull’isola di Leucade, in Grecia, hanno portato alla luce alcune sezioni di un antico teatro, abbastanza grande e finora sconosciuto.

La scoperta era stato fatta alla fine del 2015, sulla collina di Koulmou. Continua a leggere…

Trovati antichissimi utensili di pietra sull’isola di Sulawesi, ma chi li creò?

gennaio 21, 2016
I ricercatori Van den Bergh e Bo Li (University of Wollongong)

I ricercatori Van den Bergh e Bo Li (University of Wollongong)

Nuove prove archeologiche hanno radicalmente spinto indietro nel tempo l’arrivo dei primi hominini – forse esseri umani – sull’isola indonesiana di Sulawesi: oltre 100 anni fa, ovvero circa 60.000 anni prima di quanto si pensasse.

A lungo si è pensato che gli uomini moderni fossero arrivati sull’isola circa 60 – 40.000 anni fa. Sulawesi potrebbe forse essere stato un passaggio per i primi popoli che poi giunsero in Australia.

Ora però una nuova ricerca, condotta dall’Università di Wollongong e pubblicata sulla rivista Nature, ha scoperto l’esistenza di utensili di pietra risalenti ad oltre 100.000 anni fa, usando l’ultima generazione della tecnica di datazione a luminescenza per minerali feldspati. Continua a leggere…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 677 follower