Skip to content

La bufala che Gesù fu padre e marito

novembre 18, 2014

Un nuovo libro afferma che Gesù sposò Maria Maddalena ed ebbe due figli da lei. Il libro, intitolato “The Lost Gospel” (Il Vangelo Perduto) sostiene anche che Gesù scampò a un tentativo di assassinio all’età di venti anni, e che fosse legato a delle potenti figure politiche dell’impero romano.

Il libro è opera di Simcha Jacobovici, scrittore e produttore israelo-canadese, e di Barrie Wilson, docente di studi religiosi all’Università di York a Toronto. Segue il filone, iniziato col Codice Da Vinci e L’ultima tentazione di Cristo, nel quale Gesù sarebbe stato marito di Maria Maddalena.

Gesù e Maria interpretati nel film Il messia

Gesù e Maria interpretati nel film Il messia

Continua a leggere…

Trappole per demoni scoperte in Inghilterra

novembre 16, 2014

Durante alcuni lavori di restauro, diversi segni contro la stregoneria sono stati scoperti in una stanza costruita per ospitare l’allora re d’Inghilterra Giacomo I, nella residenza di Knole House, in Inghilterra.

I simboli erano stati incisi nei mesi successivi alla Congiura delle polveri, un fallito complotto progettato da un gruppo di cattolici inglesi contro il re protestante. Le incisioni avrebbero dovuto tenere lontano gli spiriti malefici; sono stati datati con la dendrocronologia all’inizio del 1606.

Una trappola per i demoni

Una trappola per i demoni

Continua a leggere…

Uno scavo illegale scopre un tempio di Thutmose III

novembre 14, 2014

Sette uomini sono stati arrestati in Egitto dopo essere stati trovati a scavare un antico tempio sotto una casa a Giza, in Egitto.

Lo scavo illegale ha rivelato i resti di un tempio del Nuovo Regno, probabilmente opera del faraone Thutmose III.

(Al-Ahram)

(Al-Ahram)

Continua a leggere…

Scoperto il relitto di una nave da guerra olandese

novembre 8, 2014

Il relitto di una nave da guerra olandese del XVII secolo è stato scoperto al largo della costa di Tobago, una piccola isola nel Mar dei Caraibi. Gli archeologi ritengono che possa essere la Huis de Kreuningen, affondata durante un sanguinoso conflitto tra i coloni francesi e olandesi.

Il 3 marzo del 1677, la marina francese lanciò un violento attacco contro gli olandesi nella baia di Rockley, a Tobago. I coloni europei bramavano Tobago per la sua posizione strategica. Non a caso, l’isola ha cambiato proprietario oltre 30 volte dopo l’arrivo di Colombo.

Un sommozzatore misura un cannone nella baia di Rockley (University of Connecticut)

Un sommozzatore misura un cannone nella baia di Rockley (University of Connecticut)

Continua a leggere…

Trovati a Pompei decine di vasi in argilla cruda

novembre 4, 2014
tags: ,

A Pompei, per la prima volta, sono stati ritrovati alcuni vasi in argilla cruda, pronti per essere infornati nella fornace della bottega di un vasaio e bloccati dalla furia dell’eruzione. Un’istantanea di quella fatale eruzione del 79 d.C. che interruppe bruscamente la vita dei pompeiani, intenti alle più svariate attività quotidiane.

E quanto è stato scoperto nel corso delle recenti indagini di studio condotte dalla Soprintendenza con la collaborazione del Centre Jean Bérard e dell’École Française de Rome in un’area nei pressi della necropoli Porta Ercolano, immediatamente fuori le mura della città.

(MiBACT)

(MiBACT)

Continua a leggere…

Il tonico a base di cenere dei gladiatori

novembre 1, 2014

Una nuova indagine condotta sulle ossa di alcuni guerrieri trovati in un cimitero ad Efeso, nell’odierna Turchia, ha rivelato che questi gladiatori romani seguivano principalmente una dieta vegetariana e usavano una bevanda a base di cenere come tonico.

Le fonti storiche riportano che i gladiatori avessero una propria dieta, comprensiva di legumi e cereali. Le fonti contemporanee li chiamavano “hordearii”, mangiatori di orzo.

Pietra tombale per un gladiatore scavata nel cimitero (PLOS ONE)

La pietra tombale di un gladiatore scavata nel cimitero (PLOS ONE)

Continua a leggere…

Una preghiera alla Grande Madre sul Disco di Festo?

ottobre 31, 2014

Il famoso ed enigmatico ‘Disco di Festo’, datato ad almeno 4000 anni prima dello sviluppo della scienza informatica, non sarebbe altro che il primo CD-Rom mai realizzato e – secondo gli scienziati che sostengono di averlo finalmente decifrato – conterrebbe una preghiera alla Grande Madre, la divinità più diffusa in quell’epoca nel bacino Mediterraneo.

A sostenere questa nuova teoria è, come riferisce il sito Proto Thema, il dottor Gareth Owens, dell’Istituto di studi tecnologici (Ted) di Creta, che afferma di aver finalmente decodificato i segni che vi sono incisi.

(PRA/WikiCommons)

(PRA/WikiCommons)

Continua a leggere…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 469 follower