Skip to content

La morte di parto più antica

febbraio 22, 2015

Gli archeologi hanno fatto una macabra scoperta in Siberia: la tomba di una giovane madre e dei suoi gemelli, tutti morti durante un difficile parto circa 7.700 anni fa.

La scoperta potrebbe essere la più antica prova di una nascita di gemelli nella storia e uno dei primi esempi di morte durante il parto.

(Vladimir Bazaliiskii)

(Vladimir Bazaliiskii)

Continua a leggere…

Abbracciati da 5.800 anni

febbraio 21, 2015

È innegabile: i ritrovamenti di scheletri abbracciati da secoli non smettono mai di emozionare perché sembrano confermare che – quando l’amore è davvero per sempre – il destino è l’unico capace di unire una coppia oltre la morte.

Sembra questo il caso dell’uomo e della donna i cui scheletri, ancora teneramente abbracciati dopo quasi 6000 anni, ovvero dall’epoca del Neolitico, sono stati rinvenuti durante scavi presso la Grotta di Alepotrypa (il “Buco della volpe”), in Grecia. Non si sa ancora come e perché siano morti, ma di certo sappiamo che si amavano.

(AFP, Getty Images)

(AFP, Getty Images)

Continua a leggere…

Risolto il mistero del teschio bucato

febbraio 20, 2015

I ricercatori dell’Università di Pisa hanno risolto un mistero di vecchia data intorno al teschio pieno di buchi di uno dei martiri di Otranto – decapitati dagli invasori turchi ottomani del XV secolo per aver rifiutato la conversione all’Islam dopo la caduta della loro città.

Caratterizzata da 16 buchi perfettamente rotondi in varie misure e profondità, il teschio apparteneva a un individuo giustiziato su una collina fuori Otranto, in Puglia, insieme ad altri 800 uomini.

Il teschio bucato (Gino Fornaciari)

Il teschio bucato (Gino Fornaciari)

Continua a leggere…

Decifrato il ‘Vangelo dei Destini di Maria’

febbraio 19, 2015

È stato decifrato un libro di 1500 anni che contiene un ‘vangelo’ precedentemente sconosciuto (e da non confondere col Vangelo gnostico di Maria). L’antico manoscritto potrebbe essere stato usato per fornire una guida o un incoraggiamento alle persone che cercavano aiuto per i loro problemi.

Scritto in copto, antica lingua egiziana, l’introduzione recita: “Il Vangelo dei destini di Maria, la madre del Signore Gesù Cristo, lei alla quale l’Arcangelo Gabriele ha portato le buone notizie. Colui che andrà avanti con tutto il suo cuore otterrà ciò che cerca. Solo non siate indecisi”.

Il Vangelo dei destini di Maria (Harvard Art Museums/Arthur M. Sackler Museum, Gift of Mrs. Beatrice Kelekian in memory of her husband, Charles Dikran Kelekian, 1984.669)

Il Vangelo dei destini di Maria (Harvard Art Museums/Arthur M. Sackler Museum, Gift of Mrs. Beatrice Kelekian in memory of her husband, Charles Dikran Kelekian, 1984.669)

Continua a leggere…

Gli strumenti medici di Barbanera

febbraio 12, 2015

Gli archeologi stanno scavando la nave ammiraglia del pirata Barbanera, e l’equipaggiamento medico recuperato dal relitto suggerisce che il noto bucaniere doveva faticare per mantenere la sua ciurma in salute.

Barbanera è il pirata più famoso mai vissuto. Il suo vero nome era Edward Teach (o forse Thatch), e la sua ammiraglia, la Queen Anne’s Revenge, in precedenza era una nave francese per il commercio di schiavi chiamata La Concorde de Nantes, che Barbanera catturò nel novembre del 1717. Barbanera poté catturarla facilmente poiché gran parte della ciurma avversaria era ammalata o morta per malattia.

Nel 1718, la Queen Anne’s Revenge si arenò su un banco di sabbia a Topsail Inlet, in America. Barbanera abbandonò molti marinai, lasciando il sito con un gruppo scelto di uomini e la maggior parte del bottino. Venne ucciso in battaglia verso la fine di quell’anno.

(Hulton Archive/Getty Images)

(Hulton Archive/Getty Images)

Continua a leggere…

Gli errori del film ‘Exodus – Dei e Re’

gennaio 27, 2015
tags: ,

Lo scorso 15 gennaio è uscito in Italia il nuovo film di Ridley Scott “Exodus – Dei e Re”, la storia dell’Esodo del popolo ebraico guidato da Mosè, riportato nel libro dell’Esodo della Bibbia. Grande successo al botteghino, è stato però oggetto di numerose critiche per diversi motivi.

Exodus è stato bloccato nelle sale di Egitto, Marocco e Emirati Arabi, ufficialmente perché contiene molte inesattezze storiche. Il ministro della cultura egiziano ha definito il film “sionista” e ha negato che le piramidi d’Egitto siano state costruite dagli ebrei.

Christian Bale, l’attore che interpreta Mosè, ha dichiarato: “Mosè era probabilmente schizofrenico e uno degli individui più barbarici di cui abbia mai letto nella mia vita. Era un uomo molto tormentato e inquieto, che ha combattuto a lungo contro Dio e la sua chiamata”. Ma per Bale è anche “uno dei personaggi più affascinanti che abbia mai studiato”.

La locandina di Exodus

La locandina di Exodus

Continua a leggere…

Operazione Dedalo: recuperati oltre 1.500 reperti archeologici

gennaio 26, 2015

Diciotto persone che facevano parte di un’associazione per delinquere finalizzata allo scavo e al traffico internazionale di reperti archeologici sono stati arrestati dai carabinieri nelle province di Caserta, Napoli, Salerno, Frosinone e Latina.

I militari di Caserta e della Tutela del patrimonio culturale hanno recuperato oltre 1.500 reperti archeologici di diversa natura e datazione, (oltre a numerosi falsi) per un valore di 1,6 milioni di euro. I reperti provenivano da importanti giacimenti archeologici campani.

(LaPresse)

(LaPresse)

Continua a leggere…

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 517 follower