Scoperto un nuovo henge vicino a Stonehenge

Gli archeologi hanno scoperto un henge proprio vicino a Stonehenge, a soli 900 metri di distanza. Pare che il nuovo monumento fosse una struttura in legno dotata di due ingressi. Venne probabilmente costruita nello stesso periodo di Stonehenge, cioè tra il 2500 e il 2000 a.C. “Questa è probabilmente il primo monumento cerimoniale importante ad essere trovato negli ultimi 50 anni o più”, dice Vince … Continua a leggere Scoperto un nuovo henge vicino a Stonehenge

Le siepi di Stonehenge: “Stonehedge”

Secondo una nuova indagine, Stonehenge sarebbe stato circondato da due bassi terrapieni (alti poco più di 10 cm); forse vi erano piantati delle siepi (da cui il soprannome “Stonehedge”) per impedire agli spettatori di vedere i rituali segreti. Le ricerche dell’agenzia governativa English Heritage condotte dall’archeologo David Field, hanno trovato tracce di due siepi – forse cespugli di rovi – che vennero piantati circa 3600 … Continua a leggere Le siepi di Stonehenge: “Stonehedge”

Bluehenge e gli antichi rituali funebri

Ramilisonina è uno dei primi archeologi nativi del Madagascar e uno studioso della preistoria del suo paese. Insieme a Mike Parker Pearson, dello Stonehenge Riverside Project, ha sviluppato una nuova interpretazione del paesaggio rituale intorno a Stonehenge e Woodhenge (qui una teoria di Pearson). Intervistato da Richard Covington, parla della recente scoperta di Bluehenge (o Bluestonehenge, vedi qui e qui), un henge situato vicino a … Continua a leggere Bluehenge e gli antichi rituali funebri

Bluehenge era un impianto crematorio?

National Geographic ha pubblicato delle foto degli scavi di Bluehenge. Il sito cerimoniale è stato provvisoriamente datato al 2400 a.C. sebbene ci siano punte di freccia in selce 600 anni più vecchie. Le datazioni al radiocarbonio da effettuare sui palchi (le “corna” dei Cervidi) che i Britanni usavano come picconi aiuteranno a chiarire le cose. Diversamente da Stonehenge, che è allineato coi solstizi, Bluhenge non … Continua a leggere Bluehenge era un impianto crematorio?

Rivelata l’esistenza di Bluehenge

Gli archeologi della Sheffield University guidati da Mike Parker Pearson hanno svelato l’esistenza di un sito preistorico, soprannominato Bluehenge, a soli 2 km di distanza da Stonehenge. Tutto ciò che resta sono 27 buchi enormi, dentro i quali sono stati trovati frammenti di pietra blu identici a quelli di Stonehenge. L’ipotesi è che i due cerchi coesistettero per centinaia d’anni, fino a quando le pietre … Continua a leggere Rivelata l’esistenza di Bluehenge

I segreti di Stonehenge

Mike Parker Pearson, professore all’università di Sheffield e alla guida dello Stonehenge Riverside Project, ne è sicuro: Stonehenge è stata per almeno 500 anni un cimetero; e forse per una sola famiglia. Finora si pensava a questa funzione per un periodo più limitato (un secolo) ma i ritrovamenti lì vicino, le – prime – datazioni al radiocarbonio e il fatto che le cremazioni sembrino crescere … Continua a leggere I segreti di Stonehenge

I veri cerchi nel grano… e la piccola Woodhenge

Ecco l’eccezionale immagine dall’alto della scoperta di templi di legno e di due enormi tombe di 6000 anni fa, che secondo l’archeologa Helen Wickstead sono “la prima architettura britannica”. Il sito, di 200 ettari vicino al villaggio di Damerham, a 24 chilometri da Stonehenge, è riaffiorato in seguito all’attività di aratura e si mostra oggi come dei cerchi nel grano. Tombe così lunghe (la più … Continua a leggere I veri cerchi nel grano… e la piccola Woodhenge