Skip to content

Le siepi di Stonehenge: “Stonehedge”

febbraio 12, 2010

(Jason Hawkes, Corbis)

Secondo una nuova indagine, Stonehenge sarebbe stato circondato da due bassi terrapieni (alti poco più di 10 cm); forse vi erano piantati delle siepi (da cui il soprannome “Stonehedge”) per impedire agli spettatori di vedere i rituali segreti.

Le ricerche dell’agenzia governativa English Heritage condotte dall’archeologo David Field, hanno trovato tracce di due siepi – forse cespugli di rovi – che vennero piantati circa 3600 anni fa. Sono stati scoperti nell’aprile del 2009.

L’idea che Stonehedge fosse uno scudo contro i ficcanaso non è profondamente radicata, ma è la teoria preminente. Per esempio, i terrapieni appena scoperti sono troppo bassi e poco solidi per aver avuto un ruolo difensivo.

“La miglior [teoria] che possiamo tirar fuori è [che fosse] una qualche sorta di mucchio di siepi”, dice David Field. “Pensiamo che servissero come un qualche tipo di schermo per filtrare l’accesso al centro [di Stonehenge]”.

“Sembra che gli alberi di misure standard venissero coltivati e curati di allo scopo di fornire un aspetto ‘diritto’ (tipo pali telegrafici) per la costruzione di palizzate, ecc.”.

Ecco perché “gli schermi di vegetazione [di Stonehedge] sono decisamente plausibili. Qualcosa come cespugli di rovi… o piccoli alberi”.

Finora le ricerche si erano focalizzate soprattutto sulle pietre, invece che sulla “vegetazione intorno alle pietre” (poco tempo fa era stata scoperta Bluehenge).

(Ken Geiger)

Mike Pitts, archeologo esperto di Stonehenge, pensa che la teoria delle siepi sia “una spiegazione assolutamente accettabile… non ci sono stati scavi relativi a questi aspetti, perciò fino a [quando non si faranno] non sapremo veramente cosa c’è sotto”.

“Credeteci o no, è il primo rilevamento topografico dei terrapieni del monumento dal 1919. Non sorprende che siano state trovate tutte queste cose”, aggiunge.

Tra questi una “collinetta” appiattita di circa 40 cm “chiaramente separata” dal pendio naturale. Si trova vicino al centro di Stonehenge, proprio dentro al cerchio, in mezzo alle pietre; potrebbe essere un cimitero preistorico.

La collinetta venne registrata nel 18′ e nel 19′ secolo – ne abbiamo alcune raffigurazioni in acquerelli del 18′ secolo – ma poi venne considerata una licenza artistica dei pittori per rendere il sito ancora più pittoresco, e finì dimenticata.

La domanda è: Stonehenge venne costruita intorno a una qualche caratteristica geologica naturale o addirittura intorno ad un precedente monumento?

Stonehenge è disseminata di cimiteri preistorici, e il monumento stesso probabilmente servì anzitutto come cimitero.

I dettagli della scoperta sono pubblicati nel numero di marzo/aprile del British Archaeology (edito da Mike Pitts).

Fonti: National Geographic; The Guardian

Share

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: