Il prossimo grande restauro di Göbekli Tepe

(Vincent Musi, National Geographic Creative)
(Vincent Musi, National Geographic Creative)

Il più antico tempio del mondo potrebbe presto avere un nuovo look. Un nuovo progetto promuoverà e si occuperà della conservazione di Göbekli Tepe, sede delle più antichi templi di pietra mai scoperti. La Turchia spera di promuovere il famoso sito, che si trova in una regione dove il turismo è diminuito a causa del vicino conflitto siriano e della crisi dei rifugiati.

Dall’inizio degli scavi nel 1995, il sito ha cambiato il modo in cui gli archeologi vedono le origini della civiltà. Le sue strutture circolari, con le loro elaborate pietre incise e i caratteristici pilastri a forma di T, hanno oltre 12.000 anni – più antiche dell’invenzione dell’agricoltura o persino della ceramica. Continua a leggere “Il prossimo grande restauro di Göbekli Tepe”

Identificata un’isola della battaglia delle Arginuse

(German Archaeological Institute)
(German Archaeological Institute)

La terza isola “perduta” delle Arginuse menzionata nelle fonti antiche, dove ebbe luogo un’importante battaglia navale della Guerra del Peloponneso, è stata trovata grazie al lavoro degli archeologi su una costa della Turchia.

Secondo la Doğan News Agency, le ricerche nel villaggio di Bademli hanno dimostrato che, nell’antichità, una delle penisole nell’area era un’isola. Solo più tardi venne collegata alla terraferma con un istmo formato dai depositi alluvionali. Continua a leggere “Identificata un’isola della battaglia delle Arginuse”

Una testa di Medusa ad Antiochia ad Cragum

Michael Hoff insieme agli studenti archeologi turchi (Michael Hoff, Hixson-Lied professor of art history, University of Nebraska-Lincoln)
Michael Hoff insieme agli studenti archeologi turchi (Michael Hoff, Hixson-Lied professor of art history, University of Nebraska-Lincoln)

Nelle rovine dell’antica città di Antiochia ad Cragum, in Turchia, gli archeologi hanno scoperto una testa di marmo di Medusa, risparmiata in qualche modo durante una campagna, all’inizio della cristianità, contro l’arte pagana.

Antiochia ad Cragum era stata fondata in epoca ellenistica, ma fiorì sotto l’impero romano di cui conserva ancora i segni: terme, colonnati, mosaici, negozi e una basilica.

Con serpenti come capelli, occhi grandi e bocca aperta, Medusa era un mostro mitologico in grado di pietrificare una persona con il solo sguardo. Ad Antiochia ad Cragum, la scultura di Medusa avrebbe avuto una funzione apotropaica, intesa ad allontanare il male. Più tardi però, il suo aspetto sarebbe considerato idolatra dai cristiani venuti ad abitare nel sito. Continua a leggere “Una testa di Medusa ad Antiochia ad Cragum”

Cominciata l’esplorazione della città sotterranea di Nevşehir

Nella grande città sotterranea scoperta l’anno scorso nei pressi dell’odierna Nevşehir, in Anatolia nel centro della Turchia, sono cominciati i rilevamenti con il geo-radar.

Il geo-radar è capace di individuare tutti gli spazi e le strutture fino a 10 metri sotto la superficie, mappando accuratamente la città. I dati raccolti dalla macchina saranno poi inviati al team di scavo, che così potrà agire limitando i danni alle strutture della città.

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)
(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

Continua a leggere “Cominciata l’esplorazione della città sotterranea di Nevşehir”