Skip to content

Cominciata l’esplorazione della città sotterranea di Nevşehir

aprile 1, 2015

Nella grande città sotterranea scoperta l’anno scorso nei pressi dell’odierna Nevşehir, in Anatolia nel centro della Turchia, sono cominciati i rilevamenti con il geo-radar.

Il geo-radar è capace di individuare tutti gli spazi e le strutture fino a 10 metri sotto la superficie, mappando accuratamente la città. I dati raccolti dalla macchina saranno poi inviati al team di scavo, che così potrà agire limitando i danni alle strutture della città.

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

Il sindaco di Nevşehir, Hasan Ünver, ha detto che il processo di “pulizia” è cominciato qualche giorno fa e sta continuando senza stop. Ha riferito che la città raggiunge i 113 metri di profondità e i 460.000 m² di estensione. Sarà molto importante per il turismo in Cappadocia, già noto per le formazioni rocciose conosciute come i Camini delle Fate.

“L’esistenza di questa città sotterranea, che consiste di 11 quartieri intorno alla fortezza di Nevşehir, ci rende molto felici. Stiamo usando le ultime tecnologie per la sua pulizia. Quando il lavoro sarà finito, nella città sotterranea costruiremo negozi, hotel, gallerie d’arte, centri di artigianato, percorsi turistici, un museo e sale riunioni”.

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

La città sotterranea vista nelle foto del 28 dicembre scorso (Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(Murat Kaya,Anadolu Agency,Getty Images)

(DHA Photos)

(DHA Photos)

(Arian Zwegers, Flickr)

I Camini delle Fate (Arian Zwegers, Flickr)

Il progetto urbano

La città sotterranea era stata scoperta grazie a un progetto di trasformazione urbana. Circa 1.500 edifici situati dentro e intorno la fortezza di Nevşehir erano stati recentemente demoliti e la città era stata scoperta quando erano iniziati i lavori di costruzione di nuovi edifici.

La città copre 45 ettari dei 75 coinvolti nel progetto edilizio, cominciato nel 2012. Le prime gallerie furono individuate nel 2013 e finora sono stati recuperati 44 reperti archeologici. Gli archeologi ritengono che la città appartenesse a una comunità agricola vissuta 5.000 anni fa.

I tunnel si trovano oggi sotto la fortezza bizantina di Nevşehir. Si estendono per almeno 7 km e sono abbastanza ampi da poterci passare con una macchina. Özcan Çakır, professore associato di geofisica all’Università di Çanakkale, ha detto: “Crediamo che gli abitanti usassero i tunnel per trasportare prodotti agricoli verso la città. Pensiamo inoltre che uno di questi tunnel passi sotto la città moderna di Nevşehir e raggiunga una lontana sorgente d’acqua”.

Secondo il sindaco Ünver, le altre città sotterranee nei vari distretti di Nevşehir non equivalgono nemmeno alla “cucina” di questa nuova città sotterranea.

Çat Valley a Nevşehir (Jean & Nathalie)

Çat Valley a Nevşehir (Jean & Nathalie)

Hurriyet Daily News

2 commenti leave one →
  1. Luigi Rossi permalink
    aprile 3, 2015 8:07 am

    Senofonte (430 – 354 a.C. circa) nell’ANABASI racconta di aver incontrato dei popoli anatolici che vivevano in abitazioni sotterranee: “Le case erano sotto terra. L’ingresso somigliava alla bocca di un pozzo, ma in basso erano spaziose. L’entrata per gli animali era costituita da gallerie scavate, mentre le persone si calavano giù mediante scale. Nelle case vivevano capre, pecore, buoi e volatili con i rispettivi piccoli. Tutti questi animali erano nutriti là dentro con erba secca. C’erano anche grano, orzo, legumi, vino d’orzo in recipienti […]”; http://it.wikipedia.org/wiki/Derinkuyu, http://en.wikipedia.org/wiki/Derinkuyu .

    Mi piace

    • sergio maglio permalink
      maggio 17, 2015 4:55 pm

      Credo che i luoghi ai quali si riferisse Senofonte nell’Anabasi fossero a circa 1000 chilometri di distanza da Nevşehir…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: