Vai al contenuto

Scoperta a Tebe la tomba di Thaw-Irkhet-if con due sarcofagi intatti

dicembre 16, 2018

(Khaled Desouki /AFP)

Una missione archeologica egiziana ha scoperto una tomba ramesside di 3000 anni nella necropoli di el-Assasif, l’antica Tebe (odierna Luxor). La tomba apparteneva a Thaw-Irkhet-if, “Scriba nella cappella della mummificazione nel tempio di Mut” a Karnak, e conteneva due meravigliosi sarcofagi intatti. È stato inoltre scavato l’ingresso originale della tomba TT28, il luogo di sepoltura del funzionario egizio Hori.

(Ministero delle Antichità d’Egitto)

La tomba risale alle dinastie XIX e XX (1295-1069 a.C.). In totale sono stati trovati due statuette lignee, cinque maschere funerarie in legno dipinto e un migliaio di ushabti in faience, legno e terracotta. Sono stati trovati anche due coperchi di vasi canopi in pietra calcarea, un vaso di alabastro decorato con geroglifici, e un papiro con il capitolo 125 del Libro dei morti, oltre ad altri scheletri mummificati senza sarcofago. Il soffitto e le pareti della tomba sono magnificamente decorati con le figure della regina Ahmosi-Nefertari e del figlio Amenofi I, oltre alle scene della famiglia defunta in cui appare sua moglie Kharousekhmet-Nefret, definita la “Cantante della dea Mut”.

Gli scavi di settembre hanno poi scoperto una stanza laterale che era stata sigillata con mattoni di fango. All’interno vi erano due sarcofagi in legno antropomorfi, con ancora le offerte di fiori sopra e in perfetto stato di conservazione. Risalgono al Periodo Tardo (dinastia XXV o XXVI, VII-IV secolo a.C.) e appartengono a Padiset, un sommo sacerdote di Amon, e a sua moglie Nesmutamu, “Cantante del dio Amon”. Le bare sono nere con splendide decorazioni dorate, come gli occhi intarsiati con lamine d’oro. Le mummie sono molto ben conservate.

(Ministero delle Antichità d’Egitto)

(Ministero delle Antichità d’Egitto)

(Ministero delle Antichità d’Egitto)

Sarcofago del sommo sacerdote di Amon Padiset (Khaled Desouki/AFP/Getty Images)

(Khaled Desouki/AFP/Getty Images)

(Khaled Desouki /AFP)

Sarcofago di Nesmutamu, Cantante di Amon (Mohamed Abd El Ghany /Reuters)

Le maschere funerarie e le due statuette lignee (Ministero delle Antichità d’Egitto)

Gli ushabti (Ministero delle Antichità d’Egitto)

(Khaled Desouki/AFP/Getty Images)

(Ministero delle Antichità d’Egitto)

Uno dei coperchi dei vasi canopi (Mohamed Abd El Ghany /Reuters)

Gli altri scheletri mummificati (Samer Abdallah / picture-alliance / dpa / AP Images / Gtres)

Mostafa Waziri, Segretario generale del Supremo Consiglio delle Antichità (Khaled Elfiqi /EPA)

Lo scavo, iniziato a marzo, si era interrotto a maggio ed era ripreso ad agosto. Sono stati ripuliti oltre 300 metri cubi di detriti (Ministero delle Antichità d’Egitto)

Il ministro delle Antichità Khaled El-Anany durante la conferenza stampa, davanti al tempio di Hatshepsut (Ministero delle Antichità d’Egitto)

Al-Ahram

Luxor Times

National Geographic

Art News

Ministero Antichità dell’Egitto

One Comment leave one →
  1. bruno permalink
    dicembre 17, 2018 1:30 pm

    viareggio ,17/12/2018 13.24 :
    quando vedo queste cose fascinose torno indietro negli anni, allorche’ visitai l’ Egitto col viaggio” nilo breve”(Viaggi nel Mondo) nel 1991….e pensare che le ho viste di persona queste cose , i monumenti,gli odori, i cibi,ecc… non dimentichero’ mai!! bruno .

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: