Vai al contenuto

Il mosaico di un triclinio romano nell’antica Londra: una villa o una mansio?

marzo 1, 2022
Il mosaico romano di una mansio fuori Londinium (© Andy Chopping/MOLA)

Il mosaico romano di una mansio fuori Londinium (© Andy Chopping/MOLA)

Vicino a uno dei monumenti più famosi di Londra è stato inaspettatamente rinvenuto un bellissimo mosaico romano, datato tra il II e III secolo d.C. Si pensa che il mosaico abbia adornato i pavimenti di una sala da pranzo – un triclinium – di una villa o forse di una mansio (una stazione di tappa) poco fuori dalla città romana di Londinium. Oggi si trova vicino allo Shard, l’edificio più alto della capitale, vicino al London Bridge.

Ricostruzione artistica di Londinium (© Peter Froste/MOLA)

Gli archeologi del Museum of London Archaeology (MOLA) hanno portato alla luce il mosaico il mese scorso durante lo scavo in un parcheggio, prima della costruzione del nuovo centro chiamato Liberty of Southwark. I due pannelli che lo compongono mostrano grandi fiori colorati e diversi motivi geometrici. «Combinati, formano il più grande mosaico decorato scoperto a Londra negli ultimi 50 anni», ha detto l’archeologa Antonietta​ Lerz al Post, che dirige lo scavo insieme alla collega Dave Saxby. «Non solo abbiamo i mosaici, ma possiamo vedere parte della stanza in cui vennero posati».

Si ritiene che fosse la sala da pranzo di una casa benestante o di una mansio, una stazione di servizio che offriva alloggio ai viaggiatori, stalle e anche posti di guardia e servizi di posta. «Date le dimensioni e la sontuosa decorazione, pensiamo che solo gli ufficiali di alto rango e i loro ospiti avrebbero utilizzato questo spazio», scrivono i ricercatori. «L’impronta completa dell’edificio è ancora in fase di scoperta, ma i risultati attuali suggeriscono che si trattasse di un complesso molto grande, con più stanze e corridoi intorno a un cortile centrale. Sorprendentemente, sono state identificate tracce di un precedente mosaico sotto quello attualmente visibile. Questo dimostra che la stanza venne ristrutturata nel corso degli anni».

(© Andy Chopping/MOLA)

Il pannello più grande del mosaico (© Andy Chopping/MOLA)

(© Andy Chopping/MOLA)

Il pannello più piccolo (© Andy Chopping/MOLA)

(© Andy Chopping/MOLA)

Poiché esiste un mosaico uguale nella città tedesca di Treviri, si ritiene che gli stessi artisti abbiano lavorato su entrambi, gli artigiani romani potrebbero essere andati a Londra per questi lavori. Sophie Jackson, direttrice dei servizi per il Museum of London Archaeology, ha dichiarato alla CNN: «[Immaginate] le persone – probabilmente uomini – sdraiate sui divani (letti, ndr), appoggiandosi sulla spalla sinistra [sul fianco sinistro, ndr], mangiando, ricevendo cibo e guardando a sud nella stanza più grande, ammirando il mosaico». Nelle vicinanze, la squadra ha anche trovato frammenti di pareti dipinte, monete, gioielli e fermagli d’osso decorati. Sebbene il futuro del mosaico non sia ancora deciso, Jackson ha detto che probabilmente sarà esposto al pubblico. Gli archeologi procederanno ora alla fase finale dello scavo in un punto non ancora indagato.

Frammento di parete decorata (© Andy Chopping/MOLA)

Ricostruzione 3D:

Museum of London Archaeology

CNN

BBC

Washington Post

Liberty of Southwark

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: