Skip to content

La tomba di Nefertiti nella tomba di Tutankhamon?

settembre 21, 2015
(Jim Zuckerman, Corbis, Ministry of state for Antiquities and Heritage)

(Jim Zuckerman, Corbis, Ministry of state for Antiquities and Heritage)

La camera funeraria di Tutankhamon ha rivelato molti segreti nel corso degli anni, ma uno ancora più grande potrebbe essere ancora da scoprire: la tomba della regina Nefertiti.

Una scansione del muro nella tomba di Tutankhamon rivela delle crepe appena visibili, che potrebbero indicare la presenza di due porte nascoste. Basandosi su altri aspetti della geometria della tomba, è possibile che Nefertiti si celi dietro la porta, dice Nicholas Reeves, archeologo presso l’Università dell’Arizona che ha proposto la teoria.

«Per la prima volta nella storia recente, potremmo essere davanti alla sepoltura intatta di un faraone egizio nella Valle dei Re», dice Reeves.

Tuttavia, altri egittologi sono scettici, perché i graffi sul muro sono le uniche indicazioni della sepoltura della regina.

(Mayer, Corbis)

(Mayer, Corbis)

La tomba di Tutankhamon

Il faraone Tutankhamon regnò in Egitto a partire dal 1333 a.C., a neanche 10 anni di età. Secondo un’ipotesi, sua madre era la regina Nefertiti e suo padre Akhenaton. Morì a 19 anni, e il suo regno non sarebbe stato altro che una postilla nella storia egizia se non per una cosa: la sua ricchissima tomba, scoperta nel 1922 dall’archeologo britannico Howard Carter.

Il re ragazzo venne sepolto di fretta: le tracce batteriche indicano che la vernice non si seccò neanche prima della chiusura definitiva della tomba. E la sua tomba è più piccola rispetto alle altre nella Valle dei Re, facendo sospettare che Tutankhamon venne sepolto in una tomba costruita in origine per qualcun altro.

(Alamy)

(Alamy)

Leggere tra le linee

Nel corso degli anni, folle di turisti hanno danneggiato la tomba, così il governo egiziano ha commissionato una replica della tomba di Tutankhamon da far visitare ai turisti. Per crearla, la compagnia di ricostruzione Factum Arte ha effettuato fotografie e scansioni della struttura del muro.

Reeves stava studiando queste scansioni quando ha notato degli strani tratti sotto i muri di gesso nella tomba. Ha notato linee verticali sul muro occidentale e settentrionale della tomba. Quando ha misurato le dimensioni di queste linee, esse corrispondevano alle dimensioni di una porta di un muro vicino. La sua ipotesi è che qualcuno, nell’antichità, abbia ricoperto questi due ingressi.

Secondo lo studioso, la pianta della tomba indicherebbe la presenza di camere segrete in quei punti.

Inoltre, la tomba di Tutankhamon è più piccola delle altre nella Valle dei Re, e per entrare nella camera, uno deve girare a destra dal corridoio principale – una configurazione tipicamente usata per le regine egiziane, non per i re, le cui camere erano a sinistra, dice Reeves.

«Penso che la tomba di Tutankhamon fosse stata inziata come tomba di una regina, e che Tutankhamon vi fu seppellito solo più tardi e in una parte esterna della tomba», spiega Reeves. Questa parte esteriore venne velocemente ingrandita per ospitare tutto il necessario per la tomba di un faraone.

Reeves pensa che la vera tomba – quella di Nefertiti – non venne mai scoperta perché era nascosta dietro un muro dipinto.

L'immagine radar delle crepe (Factum Arte, Ministry of state for Antiquities and Heritage)

L’immagine radar delle crepe (Factum Arte, Ministry of state for Antiquities and Heritage)

(Daily Mail)

(Daily Mail)

Regina o faraone?

Molti egittologi credono che dopo la morte di Akhenaton (presunto padre di Tutankhamon), Nefertiti diventò un faraone, non solo una regina. Per esempio, una donna faraone appare nella documentazione storica all’incirca nella stessa epoca, mentre qualunque menzione di Nefertiti scompare, dice Aidan Dodson, egittologo presso l’Università di Bristol, non coinvolto nello studio.

Se Nefertiti fosse una “super-regina” o un faraone donna, potrebbe essere stata sepolta in quella che in origine era la tomba di Akhenaton, ipotizza Reeves. Sostenendo la teoria della “super-regina”, le dimensioni delle porte nascoste suggeriscono che la sua tomba fosse abbastanza grande per contenere i tributi adatti a un faraone.

Tuttavia, non tutti sono convinti dell’ipotesi di Reeves.

Dubbi sulla teoria

«È un’osservazione molto interessante che ci siano queste tracce; tuttavia, il salto a ‘Nefertiti è dietro il muro’ non è logico», dice Dodson a Live Science. «Tutto quello che abbiamo è un mucchio di graffi su un muro», dice Dodson. Non ci sono prove che ci sia una camera dietro le linee verticali, continua Dodson. E anche se ce ne fossero, potrebbero contenere altri oggetti o persone al di là di Nefertiti.

Alcuni egittologi credono poi che la mummia di Nefertiti sia in verità già stata trovata, e si trovi al Museo Egizio del Cairo. Secondo un’analisi del DNA del 2010, la cosiddetta mummia Younger Lady sarebbe la madre di Tutankhamon. Ed è improbabile che si tratti di Nefertiti; è più probabile che fosse Kiya o una concubina di Akhenaton (qui ci sono tutte le scoperte di quello studio).

La mummia nota come Younger Lady era stata identificata come la madre di Tutankhamon (AP)

La mummia nota come Younger Lady era stata identificata come la madre di Tutankhamon (AP)

«Penso che sia un’idea veramente affascinante, ma credo che le prove non siano molto solide», dice Salima Ikram, egittologa presso l’Università Americana del Cairo, non coinvolta nello studio. «È una dichiarazione piuttosto audace dire che dietro a delle parti dipinte della tomba di Tutankhamon si celi la tomba di Nefertiti». Anche Howard Carter, che scavò la tomba nel 1922, era consapevole che ci potessero essere delle porte false dietro i muri, quindi non è che nessuno le abbia cercate prima, ha aggiunto.

Un modo semplice per risolvere la questione sarebbe fare un piccolo buco nel muro e infilare una videocamera dentro, dice Dodson. Ma prima di bucare una tomba che è stata chiusa ermeticamente per 3.500 anni, gli archeologi dovrebbero usare un metodo non invasivo come un radar, per controllare se là dietro ci sia almeno una camera, ha dichiarato Reeves. In ogni caso, potrebbe essere utile usare delle tecnologie come il magnetometro per togliersi il dubbio, altrimenti ne parleremo all’infinito, dice Ikram.

Lo scavo del 1922 (REXSCANPIX)

Lo scavo del 1922 (REXSCANPIX)

La parete come si presenta oggi (Factum Arte, Ministry of state for Antiquities and Heritage)

La parete come si presenta oggi (Factum Arte, Ministry of state for Antiquities and Heritage)

La risposta egiziana

Il Ministro delle Antichità egiziano Mamdouh El Damaty ha dichiarato: «Nicholas Reeves sulla carta non può essere ignorato. Egli è l’autore di “The Complete Tutankhamun”. Ho parlato con lui al telefono e verrà in Egitto durante la seconda metà di settembre per discutere nel dettaglio gli elementi della sua “scoperta”. Sono d’accordo con Nicholas Reeves che potrebbe esserci qualcosa dietro le pareti della tomba del re Tutankhamon. Forse una camera o una tomba… Qualcosa che darà nuova luce all’egittologia, ma non sono molto d’accordo con lui che sia la tomba di Nefertiti. Egli crede che sia Nefertiti, personalmente mi auguro che abbia ragione, ma potrebbe essere la tomba di qualche altro personaggio. Comunque, sarà una scoperta importante e aggiungerà nuove informazioni e rivelerà nuovi segreti della tomba del faraone d’oro che cattura l’attenzione del mondo, da quando è stata scoperta nel 1922». Il Ministero metterà a disposizione le apparecchiature adeguate per controllare dietro le pareti della tomba di Tutankhamon. Il ministro ha aggiunto: «Useremo la più moderna apparecchiatura radar e se l’indagine dimostrerà l’esistenza di spazi dietro le pareti, studieremo il modo migliore per esplorarli senza arrecare danni».

Aggiornamento: L’arrivo di Reeves a Luxor è stato confermato: incontrerà le autorità egiziane il 28 settembre.

L'ingresso della tomba (Corbis)

L’ingresso della tomba (Corbis)

Live Science

3 commenti leave one →
  1. settembre 21, 2015 3:03 pm

    Ringrazio la redazione del fatto storico per aver accolto le mie richieste, ad aver impostato un articolo totalmente diverso da tutti gli altri.

    Mi piace

  2. settembre 21, 2015 5:37 pm

    una teoria affascinante

    Mi piace

  3. roberto79 permalink
    settembre 23, 2015 4:15 pm

    FANTASTICO!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: