Skip to content

Il più antico forte dei Pitti

luglio 28, 2015
(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

La datazione al radiocarbonio rivela che un forte pittico sopra uno scoglio noto come Dunnicaer, in Scozia, risale tra il III e il IV secolo d.C., il che lo rende il più antico forte dei Pitti conosciuto al momento. I Pitti erano una confederazione di tribù formatasi nella Scozia nord-orientale durante la tarda antichità.

Gli archeologi dell’Università di Aberdeen hanno avuto bisogno dell’assistenza di alpinisti professionisti per raggiungere il sito per gli scavi, condotti lo scorso aprile. I loro sforzi sono stati ricompensati con i resti di fortificazioni in legno e pietra, pavimenti e un focolare in pietra.

(Peter Wright)

(Peter Wright)

Il sito, oggi grande al massimo 20 x 12 metri, è stato scavato dagli archeologi dell’Università di Aberdeen ad aprile.

Gordon Noble, archeologo presso l’Università di Aberdeen, racconta: «Questa è la spedizione archeologica più estrema che abbia mai fatto. Il sito è accessibile solo con le corde durante la bassa marea e, non avendo mai fatto scalate, è stata dura. Ma la sfida di arrivare in cima è stata presto dimenticata come sono cominciati i ritrovamenti».

(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

«Sapevamo che il sito aveva del potenziale perché nel 1832 un gruppo di giovani della città di Stonehaven aveva scalato lo scoglio, indotti da un locale che aveva sogni ricorrenti di un tesoro d’oro nascosto lì. Sfortunatamente per i giovani, non trovarono l’oro, bensì una serie di pietre con simboli pittici e, come le buttavano in mare, notarono che alcune erano anche incise. Diversi anni dopo, quando le pietre pittiche cominciarono ad essere note, alcune furono recuperate nel mare».

«Abbiamo sempre pensato che queste pietre fossero molto antiche, dato che le incisioni sono ‘improvvisate’ rispetto ad altre pietre pittiche conosciute. È questo che ci ha spinti a scavare a Dunnicaer».

(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

(Università di Aberdeen)

«La pietra non proviene dalla regione locale, dunque deve essere stata un’impresa portarla in un tale inaccessibile sito, senza considerare il pesante legname di quercia», spiega Noble. «È probabile che lo scoglio fosse più grande rispetto a oggi dato che il forte sembra estendersi su una grande area. Dunnicaer era probabilmente un grande e complesso sito nel III secolo d.C.».

Il focolare in pietra (Università di Aberdeen)

Il focolare in pietra (Università di Aberdeen)

Tuttavia, i risultati dell’esame indicano anche che l’uso di Dunnicaer fu relativamente di breve durata. È probabile che l’erosione stesse distruggendo la costa. Spiega Noble: «Probabilmente il sito diventò troppo piccolo e le comunità si spostarono lungo la costa, dove oggi si trova il castello medievale di Dunnottar».

Dunnicaer e, in lontananza, il castello di Dunnottar (Peter Wright)

Dunnicaer e, in lontananza, il castello di Dunnottar (Peter Wright)

(Mail Online)

(Mail Online)

Università di Aberdeen

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: