Vai al contenuto

Oltre 50 geoglifi scoperti in Kazakistan

ottobre 8, 2014

Oltre 50 geoglifi di varie forme e misure, tra cui una enorme svastica, sono state scoperte in Kazakistan, in Asia.

Le opere, principalmente dei cumuli di terra, somigliano per genere alle famose Linee di Nazca in Perù. Quelle appena identificate si estendono dai 90 ai 400 metri di diametro.

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

Scoperte usando Google Earth, i geoglifi hanno diverse forme: quadrati, anelli, croci e svastiche – un disegno che veniva utilizzato nell’antichità. È difficile notarli da terra, ma dal cielo sono facilmente visibili.

Nell’ultimo anno, una spedizione archeologica dell’Università kazaka di Kostanay, in collaborazione con l’Università lituana di Vilnius, ha esaminato i geoglifi. Il team, che sta conducendo scavi, rilevamenti col georadar, fotografie aeree e datazioni, ha presentato i suoi risultati al XX Congresso Internazionale dell’Associazione Europea degli Archeologi, a Istanbul.

Molti dei geoglifi sono fatti con cumuli di terra, sebbene uno – una svastica – è fatto usando del legno.

Gli scavi archeologici hanno rinvenuto i resti di strutture e focolari nei pressi dei geoglifi, suggerendo la presenza di rituali, dicono gli archeologi Irina Shevnina e Andrew Logvin. Le antiche tribù potrebbero aver usato i geoglifi per segnare la proprietà della terra, dicono i ricercatori.

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

(DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

“Per ora possiamo dire solo una cosa: i geoglifi furono costruiti dai popoli antichi. Da chi e per quale motivo, rimane un mistero”, spiegano Shevnina e Logvin.

Anche l’utilizzo di forme geometriche è un mistero, mentre la svastica è un simbolo antico trovato in tutta Europa e Asia.

Zoom sulla svastica (DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

Zoom sulla svastica (DigitalGlobe, courtesy Google Earth)

Le Linee di Nazca in Perù sono certamente i più famosi, tuttavia altri geoglifi sono stati rinvenuti in tutto il mondo.

Solo recentemente, in Medio Oriente gli archeologi hanno trovato migliaia di strutture a forma di ruota facilmente visibili dal cielo, ma non da terra. In Russia è stato invece scavato un geoglifo a forma di alce. Altri esempi noti si trovano in molti paesi, tra cui Regno Unito, Brasile e Stati Uniti.

Le "ruote" trovate in Medio Oriente (David D. Boyer)

Le “ruote” trovate in Medio Oriente (David D. Boyer)

"L'alce" in Russia (2012 Geoeye, copyright 2012 GIS Innovatsia, courtesy Google Earth)

“L’alce” in Russia (2012 Geoeye, copyright 2012 GIS Innovatsia, courtesy Google Earth)

LiveScience

One Comment leave one →
  1. Luigi Rossi permalink
    ottobre 21, 2014 10:02 am

    Si è rivelata invece del tutto destituita di fondamento la notizia della scoperta di vetusti geoglifi sul fondo del lago d’Aral: http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=9339. Questo specchio lacustre, situato alla frontiera tra l’Uzbekistan e il Kazakistan, rischia di scomparire: http://it.wikipedia.org/wiki/Lago_d'Aral.; le ultime notizie sono allarmanti: http://www.meteogiornale.it/notizia/34214-1-cera-una-volta-il-lago-d-aral.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: