Aperta una eccezionale tomba dell’Età del Bronzo

Il coperchio di 4 tonnellate (www.bigissuescotland.com)
Il coperchio di 4 tonnellate (www.bigissuescotland.com)
La tomba dell'Età del Bronzo (www.bigissuescotland.com)
La tomba dell'Età del Bronzo (www.bigissuescotland.com)
La camera funeraria (BBC)
La camera funeraria (BBC)

Nell’importante centro reale pittico di Forteviot, Perthshire, gli archeologi hanno finalmente potuto analizzare una tomba di un individuo di grande prestigio vissuto verso il 2200 – 2100 a.C.

La scoperta della tomba in realtà è avvenuta nel 2008 ma l’enorme peso della lastra di arenaria che la ricopriva ha fatto attendere un anno.

Sotto, comunque, sono stati trovati resti umani su un letto di ciottoli di quarzo e graticcio intrecciato di corteccia di betulla, con oggetti in rame, un pugnale in bronzo e oro col fodero in cuoio, frammenti di una scodella di legno, parte di un recipiente in legno e pelle, e resti vegetali – forse tributi floreali.

“Il vero tesoro in questa sepoltura non sono gli oggetti metallici contenuti, ma i residui organici. Questa sorta di materiale sopravvive raramente in Scozia (dove il suolo è acido) e ci dà un’idea su quali altri oggetti venissero usati”, dice il direttore del progetto Gordon Noble.

Il co-direttrice Kenneth Brophy invece sottolinea l’importanza dei ritrovamenti per capire i secoli in cui vennero introdotti i metalli in Scozia.

Sono state poi trovate diverse incisioni: sul lato interno della pietra che copriva, di un’ascia e di una spirale; dentro la cista, dove ci sarebbe stata la testa, di asce e altre armi. Questi, per Noble, sono rarissimi in questa parte della Scozia, sebbene ce ne siano di simili al Kilmartin Glen, nella contea di Argyll.

Il sito è stato a lungo abitato; presenta infatti il più grande henge neolitico della Scozia: risalente al 2600 a.C., misura 250 metri di diametro.

Gli archeologi proseguono poi i lavori anche in un prestigioso cimitero medievale. Stanno inoltre cercando il “palazzo” di Forteviot, dove re Kenneth MacAlpin sarebbe morto nel 858 d.C.

C’è infine un terzo sito di scavi nel progetto SERF: il forte di Dun Knock a Dunning.

Un pensiero su “Aperta una eccezionale tomba dell’Età del Bronzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...