Skip to content

La nave di Ground Zero costruita probabilmente a Filadelfia

agosto 4, 2014
tags:

Non tutti sanno che nel 2010, sul sito di Ground Zero, là dove ora campeggia una nuovissima Freedom Tower, erano stati ritrovati i resti di un’antica nave sotterrata, la cui presenza in quei luoghi è stata per molto tempo un vero e proprio mistero. Oggi alcuni studi gettano una nuova luce su quella scoperta, spiegando, almeno in parte, la sua provenienza.

(AP Photo/Mark Lennihan, File)

(AP Photo/Mark Lennihan, File)

Dopo anni di ricerche gli archeologi che si sono occupati del caso hanno stabilito che la nave era stata costruita con legno tagliato intorno al 1773, quindi due anni prima della Guerra d’Indipendenza con la quale gli Stati Uniti ottennero la loro libertà dal Regno Unito. Il dettaglio rivelatore è stato il fatto che la quercia bianca usata per il telaio proveniva da una foresta dell’area di Filadelfia, e corrisponde allo stesso materiale utilizzato per costuire la città di Independence Hall. All’epoca, infatti, i coloni americani disponevano di una grande quantità di legname, molto del quale proveniva proprio da Filadelfia.

Archeologi del Maryland Archeological Conservation Laboratory mentre puliscono i resti nell'agosto 2010 (Marvin Joseph /The Washington Post via Getty Images)

Archeologi del Maryland Archeological Conservation Laboratory mentre puliscono i resti nell’agosto 2010 (Marvin Joseph /The Washington Post via Getty Images)

(Marvin Joseph /The Washington Post via Getty Images)

(Marvin Joseph /The Washington Post via Getty Images)

Sembra inoltre che la nave sia stata lunga tra i 15 e i 20 metri, fosse stata disegnata nei Paesi Bassi e abbia navigato per 20 o 30 anni, prima di essere affondata sul fondo del fiume Hudson, o essere stata interrata nei lavori per l’estensione di Manhattan. Queste due ipotesi restano alternative, dato che l’unica certezza è che dal 1818 circa in poi la nave è rimasta seppellita.

Come accennavamo, una parte della nave, da circa 10 metri, era stata trovata a luglio del 2010 durante gli scavi per la costruzione di un garage sotterraneo della Freedom Tower, il nuovo complesso costruito su Ground Zero dopo gli attentati dell’11 settembre. Si trovava interrata a circa 6 metri di profondità e i lavori per l’estrazione erano durati 3 settimane.

Le indagini archeologiche nel 2010 (DON EMMERT/AFP/Getty Images)

Le indagini archeologiche nel 2010 (DON EMMERT/AFP/Getty Images)

(AP Photo/Mark Lennihan, File)

(AP Photo/Mark Lennihan, File)

(DON EMMERT/AFP/Getty Images)

(DON EMMERT/AFP/Getty Images)

Sul terreno di Ground Zero gli archeologi hanno trovato molti altri oggetti risalenti al XVIII secolo, ma già nel 1982 un’altra nave cargo sepolta era venuta alla luce a Water Street.

Yahoo

One Comment leave one →
  1. Luigi Rossi permalink
    febbraio 2, 2015 8:14 am

    “I resti di una nave del 18° secolo sono stati scoperti dagli operai al lavoro a Ground Zero. Secondo gli archeologi, venne probabilmente utilizzata come materiale di riporto per allungare la punta Sud di Manhattan”. Nel Seicento, nell’area meridionale dell’isola di Manhattan sorse Nuova Amsterdam, primo nucleo della futura New York: http://it.wikipedia.org/wiki/Nuova_Amsterdam#mediaviewer/File:CastelloPlanOriginal.jpg, http://virtualglobetrotting.com/map/world-trade-center-site/view/bing/, http://it.wikipedia.org/wiki/Nuova_Amsterdam, http://www.treccani.it/enciclopedia/new-york/, http://it.wikipedia.org/wiki/New_York .

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: