Skip to content

Gli errori del film ‘300 – L’alba di un impero’

marzo 25, 2014
tags: ,

Il film 300, che racconta la difesa degli spartani contro i persiani alle Termopili, ha avuto un sequel: 300 – L’alba di un impero. Paul Cartledge, docente di cultura greca all’Università di Cambridge, si è espresso sulla sua accuratezza storica.

140x200_2_300

  1. Il primo problema è il titolo. Quale impero dovrebbe nascere? L’ “impero ateniese”? Quello non cominciò neanche a nascere fino ad almeno due anni dopo gli eventi narrati nel film – le battaglie di Capo Artemisio e di Salamina, entrambe combattute nel 480 a.C.
  2. Il film comincia con una freccia meravigliosamente non storica. Viene scoccata dall’eroe ateniese Temistocle sul campo di battaglia di Maratona vicino ad Atene nel 490 a.C., e uccide nient’altro che il grande re persiano Dario I, accanto al quale vi è il figlio e successore Serse. Sebbene Dario avesse lanciato la spedizione persiana che terminò a Maratona, lui non era presente là, né lo era Serse.
  3. Dopo la sconfitta dei persiani a Maratona – che storicamente porta alla spedizione vendicativa sotto Serse – la scena passa alla flotta persiana dieci anni dopo. La flotta è sotto il comando di una donna greca: la regina Artemisia di Alicarnasso (odierna Bodrum), interpretata da Eva Green. Grazie a Erodoto, suo contemporaneo e storico delle guerre greco-persiane, possiamo dire che l’Artemisia del film non è realistica. Lei era effettivamente una regina greca, che combatté veramente per i persiani a Salamina. Ma, lungi dall’essere Grande ammiraglio della flotta persiana, contribuì con una sola manciata di navi da guerra su un totale di 600 navi circa.
  4. Gli autori hanno incluso una scena di sesso piuttosto prolungata ed esplicita. Avviene – in nome della diplomazia naturalmente – tra i nemici Temistocle e Artemisia tra le battaglie di Capo Artemisio (presentata come una sconfitta greca – in verità fu un pareggio) e Salamina. È completamente inventata.
  5. L’assurdità storica più grande è l’idea che, per vincere a Salamina, Temistocle e i suoi ateniesi avessero bisogno della enorme flotta spartana che compare al momento giusto, comandata da un’altra regina greca, Gorgo (vedova di Leonida, l’eroe di 300), interpretata da Lena Headey. In verità, Sparta contribuì con sole 16 navi da guerra alla flotta greca su circa 400 navi a Salamina e, come per quella di Artemisia, non fece alcuna assoluta differenza nel risultato, che è stato clamorosamente e certamente una vittoria ateniese.

Paul Cartledge (University of Cambridge)

Paul Cartledge (University of Cambridge)

BBC

8 commenti leave one →
  1. DomenicoC permalink
    aprile 8, 2014 6:01 pm

    Quel film è una porcheria che poteva essere prodotta solo oggi. E’ lo specchio dei tempi. Il confronto fra Temistocle, grande uomo di stato e generale, e una regina assolutamente irrilevante negli eventi ma eretta a comandante -nientemeno- della flotta persiana dal fanatismo femministico odierno (vedi Femen ecc), si riduce a un rapporto carnale sadomaso degno della peggior pornografia. Per non parlare della corporeità eccessiva, dell’eccesso nell’ostentazione di miscoli e bellezza fisica, di quei corpi maschili depilati che fanno molto cartellone pubblicitario moderno (e non mi venite a parlare di modello classico, che non è il caso). Nonostante tutto, io preferivo il primo film, più coerente a livello di racconto e più equilibrato, questo qui è veramente guazzabuglio malriuscito.

    Mi piace

  2. Andrea permalink
    maggio 23, 2014 10:37 pm

    Certamente le inesattezze ci sono ma il film se preso come tale è comunque godibile e non da buttare. Se mi devo lamentare di questo non so cosa dovrei dire altrimenti dell’ultimo hercules.. dove ci sono scene da impero romano ambientate in grecia con qualche influenza celtica.. un bel mix insomma.

    Mi piace

  3. gianluca permalink
    agosto 8, 2014 6:46 pm

    Clamorosa la frase ” restano soltanto gli ateniesi e il destino del mondo pende dalle loro labbra” assolutamente falsa Sparta aveva l’esercito intatto con 5000 SPARTIATI non so se mi spiego e altri 5 000 perieci … Quindi questa affermazione non ha alcun senso in più Sparta non aveva tutte queste navi sanno tutti che per via mare gli ateniesi avevano la supremazia Sparta aveva a malapena una piccolissima flotta …. Pero nel film gli effetti speciali e come è strutturato sono fatti benissimo per quanto riguarda la storia non hanno rispettato nulla nemmeno una battaglia .. PREFERISCO 10000 VOLTE IL PRIMO ….. 300

    Mi piace

  4. lirenzi permalink
    maggio 14, 2015 6:18 pm

    In una scena Artemisia indossa dei collant di nylon!!!!!

    Mi piace

  5. Giangiunone permalink
    maggio 30, 2015 8:49 pm

    Quindi è vero che Serse si è immerso nell’elisir della grotta e ne è uscito fuori alto 3 metri, pelato e dorato? Fico!

    Mi piace

  6. Luigi frati permalink
    settembre 6, 2016 10:07 pm

    Ottima critica storica di Cartledge. Poche navi diventano la flotta da una parte o dall’altra, ma le inesattezze plateali non sono una novità: Ben Hur con l’orologio al polso…

    Mi piace

  7. leo permalink
    marzo 26, 2017 3:55 pm

    signor cartledge lei è poco divertente

    Mi piace

  8. Danilo Giardino permalink
    aprile 1, 2017 5:29 pm

    Al di là delle ovvie inesattezze storiche quel film è uno stucchevole coacervo di cliché e banalità…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: