Skip to content

Un disco celtico riutilizzato dai Vichinghi

gennaio 11, 2014

Un disco celtico dorato dell’VIII o IX secolo è stato scoperto per caso nei depositi del British Museum, dove giaceva da oltre 100 anni.

Il conservatore del museo Barry Ager stava studiando attentamente una serie di reperti, quando il suo occhio è caduto un qualcosa di metallico che spuntava da un blocco di materiale organico. Incuriosito, fece scansionare ai raggi X il blocco. “In quel momento, non sapevo veramente cosa ci fosse dentro”, dice. “È stata una scoperta incredibile”.

(Andy Hall for the Observer)

(Andy Hall for the Observer)

Ager pensa che il manufatto venne probabilmente creato in Irlanda o Scozia e fu poi saccheggiato dai Vichinghi da un santuario o un reliquiario. I Vichinghi lo convertirono in una spilla aggiungendo buchi per i rivetti e un perno.

La spilla, quasi 6 cm di diametro, finì sepolta nella tomba di una donna vichinga di alto rango. Probabilmente era avvolta in un tessuto e posta all’interno di un contenitore di legno. Sulla superficie metallica rimane ancora un elaborato design tra cui tre creature simili a delfini e motivi intrecciati.

“I motivi, il quadrilobo del tondo centrale e la forma delle teste dei ‘delfini’ hanno dei chiari paralleli nella metallurgia e nei manoscritti celti dell’VIII e inizio IX secolo, come la spilla di Tara e il libro di MacRegol”. “Anche i Vichinghi erano fabbri molto abili, quindi sono sicuro questo oggetto li avesse affascinati”, dice Ager.

La spilla di Tara (wikimedia)

La spilla di Tara (wikimedia)

L’archeologo britannico Alfred Heneage Cocks aveva scavato il blocco nel sito funebre vichingo di Lilleberge, in Norvegia, intorno al 1880, e il tutto fu poi acquisito dal British Museum nel 1891.

Nel sito erano anche state scavate due spille, collane di perline e una placca in osso di balena, forse usata come vassoio per pietanze durante i banchetti. “Era consuetudine seppellire la persona con i loro possessi personali”, spiega Ager. “Erano pagani, e questo faceva parte di una normale sepoltura vichinga”.

The Guardian

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: