Skip to content

Il sigillo di Sansone

agosto 4, 2012

Gli archeologi che stanno scavando il tell di Beit Shemesh, sulle colline della Giudea vicino a Gerusalemme, hanno scoperto un antico sigillo di pietra che potrebbe rappresentare la storia del Vecchio Testamento della lotta di Sansone contro un leone.

Il piccolo sigillo (meno di un centimetro di diametro) mostra un animale di grandi dimensioni con la coda felina che attacca un uomo.

(Università di Tel Aviv)

Sansone uccide un leone (Alamy)

Il sigillo è stato scoperto a uno strato che risale a circa l’XI secolo a.C., quando le tribù d’Israele si trasferirono nella zona dopo la conquista di Giosuè della terra di Canaan. Era un tempo in cui gli ebrei venivano guidati da dei capi noti come giudici, uno dei quali era Sansone.

La posizione del ritrovamento, vicino al fiume Sorek che segnava il confine tra gli Israeliti e i loro nemici Filistei, indica anche che la figura sul sigillo potrebbe rappresentare l’eroe, dicono gli archeologi israeliani.

In alternativa, illustrerebbe le gesta di un eroe abbastanza forte da combattere un leone, magari poi diventata la storia di Sansone.

Sansone, uno dei personaggi più interessanti del Vecchio Testamento, scoprì la sua forza quando venne attaccato da un leone mentre stava andando a chiedere la mano a una donna filistea, e uccise l’animale a mani nude.

Università di Tel Aviv

3 commenti leave one →
  1. giuliano permalink
    settembre 13, 2012 10:51 pm

    Ed Ercole ? Essere campanilisti va bene eccedere può sconfinare nel ridicolo.
    Tra l’altro l’epoca in questione è proprio quella seguente la calata dei Popoli del Mare con il loro apporto di genti ( compresi i Filistei) e miti. Quello di Ercole lo si ritroverà un pò ovunque sino a Marsiglia.

    Mi piace

    • vittorio fincati permalink
      settembre 14, 2012 8:52 pm

      Perché non dovrebbe essere Sansone? Casomai gli studiosi israeliani dovrebbero riflettere sul fatto che il “loro” Sansone, in realtà, era un eroe filisteo, di cui si appropriarono. E’ la tesi dell’autore de I FILISTEI, Giovanni Garbini

      Mi piace

  2. Gabriele permalink
    settembre 25, 2012 8:42 pm

    Dato che in quei tempi le tribù d’Israele erano comandate dai giudici come Sansone;
    credo che il sigillo rappresenti la forza d’Israele (Sansone) e la resistenza d’Israele contro le incursioni egizie e mesopotamiche

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: