Skip to content

Datati i primi strumenti musicali

giugno 13, 2012

Una nuova ricerca delle università di Oxford e Tubinga ha confermato che i primi uomini moderni in Europa suonavano strumenti musicali già tra i 42.000 e i 43.000 anni fa.

I ricercatori hanno datato al radiocarbonio delle ossa, recanti segni di macellazione e caccia, trovate negli stessi strati archeologici.

Gli strumenti – dei flauti – sono fatti di ossa di uccello e avorio di mammut. Erano stati scoperti nel 2009 nella grotta di Geißenklösterle, in Germania.

Il flauto di osso (University of Oxford)

Il flauto di avorio di Geißenklösterle (University of Oxford)

Le nuove datazioni sono state ottenute dal professor Tom Higham e dal suo team dell’Università di Oxford, utilizzando un metodo che ha rimosso la contaminazione del collagene conservato nelle ossa.

I risultati hanno retrodatato di 2.000 – 3.000 anni i flauti, che al momento sono i più antichi oggetti dell’Aurignaziano: le innovazioni tecnologiche e artistiche presenti in queste grotte sono antecedenti ai siti di Italia, Francia, Inghilterra e altre regioni.

Il professore Nick Conard dell’università di Tubinga, che ha scavato il sito, ha dichiarato: “Questi risultati sono coerenti con l’ipotesi che abbiamo fatto diversi anni fa secondo la quale il fiume Danubio costituì un corridoio chiave per lo spostamento degli esseri umani e per le innovazioni tecnologiche in Europa centrale tra i 40.000 e 45.000 anni fa. Geißenklösterle è una delle numerose grotte della regione che ha prodotto importanti esempi di ornamenti personali, arte figurativa, immagini mitiche e strumenti musicali. Le nuove date dimostrano la grande antichità dell’Aurignaziano in Svevia”.

Oggetti ornamentali (Universitaet Tübingen)

I risultati dello studio indicano che gli uomini moderni entrarono nella regione superiore del Danubio prima di una fase climatica molto fredda, tra i 39.000 e i 40.000 anni fa circa. Finora si pensava che la migrazione fosse iniziata subito dopo quel periodo.

Se le molte innovazioni scoperte in Svevia siano state stimolate dalle condizioni climatiche, dalla competizione tra esseri umani e Neandertal, o da influenze sociali e culturali, rimanere un punto centrale della loro ricerca.

Università di Oxford

Università di Tubinga

Journal of Human Evolution

Vedi anche: Lo strumento musicale più antico del mondo

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: