Vai al contenuto

La Corte Suprema respinge l’appello della Odyssey

giugno 2, 2012
tags:

C’è stato un nuovo importante sviluppo nella causa che contrappone la Spagna e la compagnia americana, specializzata nei recuperi archeologici sottomarini, Odyssey Marine Exploration, per la rivendicazione di un eccezionale tesoro.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha rifiutato di esaminare l’appello degli americani, e lo ha fatto senza fornire giustificazioni. Il tesoro rimane perciò in Spagna.

L’affondamento della Mercedes dipinto da Francis Sartorius (wikipedia)

Quest’anno l’Odyssey era stata costretta a cedere i 500 milioni di dollari in monete d’oro e d’argento che aveva recuperato dal relitto di una nave da guerra spagnola, a 3.000 metri di profondità in acque internazionali. Un giudice federale di Tampa, in Florida, e la corte d’appello di Atlanta le avevano ordinato di cedere le monete e gli altri manufatti alla Spagna. I giudici avevano stabilito che il carico recuperato proveniva dalla fregata spagnola Nuestra Senora de las Mercedes, che esplose e affondò nel 1804 mentre tornava dal Sud America. I resti della nave e del suo carico erano di proprietà sovrano di Spagna, scrissero i giudici.

Nel sollecitare l’alta corte ad occuparsi del caso, gli avvocati dell’Odyssey Marine avevano però sostenuto che la sovranità spagnola non si applicava a questi reperti perché la Spagna non li possedeva: secondo la loro valutazione, il 75% del carico recuperato era di proprietà privata e lo si stava solamente trasportando sulla nave che poi affondò.

Lo scorso febbraio le 17 tonnellate di tesoro erano state caricate su due aerei da trasporto delle forze armate spagnole nella base militare nei pressi di Tampa e sono volate in Spagna. L’ambasciatore di Madrid ha detto che l’operazione stava completando una consegna militare con due secoli di ritardo. Il governo spagnolo ha fatto sapere che i reperti verranno catalogati ed esposti nei musei.

Gli esperti dell’Odyssey esaminano le monete (Odyssey Marine Exploration/AP)

Monete d’argento della Mercedes (AFP/GETTY)

L’arrivo alla base militare di Torrejon De Ardoz (AP)

Il luogo dell’affondamento della Mercedes (wikipedia)

Da quando sono cominciate le operazioni di recupero nel 2007, l’Odyssey Marine ha speso circa 2,6 milioni di dollari per recuperare il carico. La Spagna non ha tuttavia offerto alla compagnia alcuna compensazione.

Melinda MacConnel, avvocato per la Odyssey Marine, ha detto nella sua relazione alla Corte Suprema che queste decisioni potrebbero mettere in pericolo il futuro dell’archeologia marina. “Questa Corte dovrebbe risolvere questo problema a livello nazionale perché, con l’avvento di nuove tecnologie subacquee, sempre più ritrovamenti archeologici di relitti si stanno verificando in tutto il mondo. Con la decisione [della corte d’appello] che li sostiene, i governi stranieri chiederanno ora ai tribunali federali di farsi consegnare i ritrovamenti [archeologici] anche se non li possiedono da secoli. Per la natura stessa e per la definizione di un tesoro perduto o affondato, nessuno li possiede fino al recupero”. Ma la decisione della corte d’appello consente a un governo straniero di prendere il possesso reclamandone la sovranità, dice MacConnel.

Secongo gli avvocati della Spagna, gli americani non hanno mai informato o ottenuto il permesso di Madrid. I manufatti recuperati dalla nave, hanno aggiunto, sono una parte importante della storia della Spagna. “Citando la ‘triste perdita della fregata Mercedes’, Re Carlo IV dichiarò guerra alla Gran Bretagna”, recita la relazione all’alta corte. “La Spagna è entrata nelle guerre napoleoniche come alleata della Francia, cominciando un decennio di conflitti che compresero la distruzione della Marina spagnola nella battaglia di Trafalgar, l’invasione francese della Spagna e l’installazione del fratello di Napoleone, Giuseppe, come Re di Spagna, la guerra in Spagna, e l’interdizione dei collegamenti della Spagna coi suoi vicereami d’oltremare. Come ha detto uno degli esperti dell’Odyssey, ‘la perdita della Mercedes il 5 ottobre 1804 fu un evento cruciale nella storia della Spagna e dell’impero spagnolo più in generale’ “.

Altre rivendicazioni – del Perù e di 25 individui che hanno detto di essere i discendenti di chi morì a bordo o di chi aveva dei possedimenti su quel carico – sono state respinte.

La RV Odyssey Explorer

Il progetto dell’Odyssey Marine è iniziato nel 2006, quando la compagnia aveva deciso di concentrarsi su una zona molto trafficata dalle navi mercantili europee nel 19° secolo. Hanno scoperto il carico circa 100 miglia a ovest dello stretto di Gibilterra, o a circa un giorno di viaggio dal porto di Cadice.

La compagnia ha recuperato 594.000 monete e ha rivendicato il tesoro al tribunale federale di Tampa nell’aprile del 2007. L’Odyssey sostiene di non aver potuto verificare l’identità della nave, mentre gli avvocati della Spagna hanno sostenuto, con successo, che era la Mercedes.

Anche il governo americano ha presentato una relazione, come amicus curiae, alla corte suprema a sostegno della rivendicazione della Spagna. Ha citato un trattato del 1902 nel quale alle navi da guerra spagnole affondate sarebbero state garantite – nei tribunali degli Stati Uniti – le stesse tutele di sovranità che avrebbero ricevuto le navi da guerra statunitensi affondate.

La Mercedes affondò il 5 ottobre 1804, durante uno scontro con la Marina britannica, mentre stava tornando insieme ad altre tre navi dal Perù. Gli inglesi avevano intimato alle navi spagnole di seguirle in Inghilterra, ma il loro rifiuto innescò quella che sarebbe diventata nota come la Battaglia del Capo di Santa Maria. La Mercedes subì una catastrofica esplosione e dei suoi 337 uomini si salvarono solo in 50.

Dopo l’affondamento, le altre tre navi spagnole si arresero e furono scortate in Inghilterra.

The Christian Science Monitor

AFP

La Odyssey Marine Exploration ha in programma di portare in superficie altri due famosi relitti: la HMS Victory di Balchin e la SS Gairsoppa insieme alla SS Mantola.

Dei cablogrammi rilasciati nel 2010 da WikiLeaks avevano rivelano che i funzionari americani si offrirono di aiutare la Spagna nella sua rivendicazione, chiedendo in cambio assistenza nel recupero di un’opera d’arte trafugata dai nazisti (WikiLeaks rivela un’offerta segreta degli USA per un quadro di Pissarro).

Vedi anche: La Spagna va alla ricerca del suo tesoro sommerso.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: