Tenersi ancora per mano, dopo 1500 anni

Eccola la dimostrazione di come l’amore tra un uomo e una donna possa davvero essere eterno e sfidare il passare dei secoli. Sono stati ritrovati così, come si vedono nell’immagine, i due amanti seppelliti insieme nel V-VI secolo d.C. ai limiti dell’antica città romana di Mutina, l’odierna Modena.

I due anonimi nostri antenati sono stati individuati nel corso della costruzione di una palazzina e hanno subito destato la tenerezza dei tecnici e degli archeologi della Soprintendenza che monitoravano il cantiere. È infatti la prima volta che viene individuata una sepoltura che davvero in chi l’ha vista per primo ha subito ricordato i sentimenti privati di una felice coppietta di millecinquecento anni fa.

(Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna)

I reperti non sono ancora stati studiati, ma secondo l’antropologa Vania Milani la testa dell’uomo (a sinistra) era probabilmente poggiata su un cuscino e il cranio si sarebbe spostato con il passare dei secoli. Se questo fosse confermato vorrebbe dire che anche l’amante guarderebbe l’amata: un “occhi negli occhi” che sfida l’eternità.

Le spiegazioni scientifiche sul ritrovamento, effettuato dal collega Francesco Benassi, le ha fornite il dipendente della Soprintendenza Donato Labate.

A sei metri e mezzo di profondità sono stati trovati impianti di produzione del periodo imperiale, tra i quali una calcara dove veniva cotta la calce.

A circa tre metri di profondità sono state individuate le 11 tombe a inumazione del IV-V secolo d.C., tra cui quella con i due amanti.

E infine, a poco più di due metri di profondità, sotto una copertura a laterizi, sono state individuate sette tombe vuote, costruite ma mai utilizzate.

Due necropoli una sull’altra dunque, con la seconda non inaugurata forse per il sopraggiungere dell’alluvione descritta da Paolo Diacono nel VI secolo d.C.

La Gazzetta di Modena

3 pensieri su “Tenersi ancora per mano, dopo 1500 anni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...