Skip to content

L’immagine di un parto su un vaso etrusco

ottobre 25, 2011
tags:

Uno scavo archeologico a Poggio Colla, il sito di un insediamento etrusco nella valle del Mugello, vicino a Firenze, ha portato al ritrovamento di un eccezionale reperto: due immagini di una donna che dà alla luce un bambino.

I ricercatori del Mugello Valley Archaeological Project le hanno scoperte su un piccolo frammento di un vaso in bucchero del VI secolo a.C.

(Southern Methodist University)

(Daily Mail)

(Southern Methodist University)

(Southern Methodist University)

(Southern Methodist University)

“È stato emozionante scoprire che era così importante”, dice lo scopritore William Nutt, dottorando presso l’Università del Texas ad Arlington, al suo primo scavo. Fare un ritrovamento del genere, che offre nuove importanti informazioni su una cultura che conosciamo così poco, è esattamente ciò che rende l’archeologia e l’antropologia così attraenti”.

L’identificazione della scena è stata fatta da Phil Perkins, professore di archeologia presso la Open University. “Dev’essere la più antica rappresentazione del parto nell’arte occidentale”, ha detto. “Le donne etrusche sono di solito rappresentate durante feste o rituali, o sono dee. Adesso dobbiamo risolvere il mistero di chi è la madre e chi è il figlio”.

La donna è raffigurata col volto di profilo, un braccio alzato e una coda di capelli lungo la schiena. È possibile che si tratti della rappresentazione di una dea.

Poggio Colla (Southern Methodist University)

“È una scoperta emozionante”, ha affermato Larissa Bonfante, docente emerita di studi classici all’Università di New York ed esperta di fama mondiale sugli Etruschi. “[Il reperto] mostra un’immagine di un tipo finora sconosciuto in ambito etrusco, e ci fa molto pensare [riguardo] il suo significato religioso”.

Southern Methodist University (foto)

3 commenti leave one →
  1. marcella permalink
    novembre 4, 2011 8:55 pm

    molto emozionante

    Mi piace

  2. Fausto de Longis permalink
    febbraio 17, 2012 3:21 pm

    Dicono che data la stilizzazione della scena a forma di M , da tale forma derivi la M di madre.

    Mi piace

  3. Dario Dall'Olio permalink
    maggio 9, 2017 6:09 pm

    La scena analoga rappresentata nella situla dell’Alpago ritrovata in uno scavo scientifico a Pian de la Gnela in provincia di Belluno e’ piu’ antica e da considerare in un ampio studio confronto. Complimenti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: