Skip to content

Rassegna stampa archeologica/52

novembre 18, 2010

Nel tempio funerario di Amenhotep III (1390-1352 a.C.), a Kom el Hettan (Luxor, Egitto) è stata scoperta la parte superiore di una doppia statua di granito rosso che ritrae il faraone insieme al dio-Sole Ra-Horakhti.

(SCA)

(SCA)

Amenhotep III (SCA)

Amehotep III figura in numerose statue con le divinità, quali Amon-Ra, Ra-Horakti, Bastet, Sobek e Sekhmet (qui c’è un elenco delle ultime statue scoperte in questo sito).

Alcune giacciono probabilmente ancora sottoterra: le autorità egiziane stanno infatti trattando l’acquisto dei terreni privati che circondano proprio il tempio.

Fonte: SCA.

***

Tra il 2004 e il 2005 a York (antica Eboracum) sono stati rinvenuti 83 scheletri in aree di sepoltura di epoca Romana (II-III secolo d.C.). Quasi tutti i corpi sono di maschi, e oltre la metà di essi sono decapitati, anche se molti furono sepolti accanto alla loro testa recisa.

Uno degli scheletri decapitati rinvenuti a York (York Archaeological Trust)

L’équipe di Gundula Müldner, della University of Reading, ha analizzato le ossa alla ricerca di tracce chimiche come gli isotopi di stronzio e di ossigeno e dai risultati emerge che dei 18 individui esaminati solo 5 provenivano dall’area di York; gli altri uomini crebbero invece in altre zone dell’Inghilterra o in Europa continentale, probabilmente Francia, Germania, Balcani, o area Mediterranea.

Due individui in particolare consumavano un gruppo di piante commestibili (tra cui sorgo, canna da zucchero e mais) che a quanto si sa non erano coltivate all’epoca in Inghilterra.

Fonti: National Geographic, Journal of Archaeological Science.

***

Gira su youtube un video sviluppato per l’atlante digitale Centennia Historical Atlas che mostra l’evoluzione della cartina geografica politica dell’Europa negli ultimi 1000 anni… in soli 5 minuti.

In alternativa il video è visibile sul sito del Corriere, a questo indirizzo.

Inoltre, è possibile scaricare gratuitamente la versione completa dell’atlante che copre il decennio tra il 1789 e il 1819.

Fonte: Centennia Historical Atlas.

***

Gli archeologi della Cornell University hanno trovato tracce di insediamenti agricoli sull’isola di Cipro risalenti a quasi 11000 anni fa (periodo neolitico preceramico A), ovvero 500 anni prima di quanto finora ritenuto.

“Fino a vent’anni fa, nessuno pensava che qualcuno fosse andato a Cipro prima di 8000 anni fa. L’isola era considerata irrilevante per lo sviluppo del neolitico nel Vicino Oriente”, dice il prof. Manning. “Poi Alan Simmons scoprì un paio di siti che sembravano suggerire l’arrivo di popolazioni dell’epipaleolitico (il periodo prima del neolitico, ndr) circa 12-13000 anni fa, molto prima di quanto si pensasse”. Successivi ritrovamenti di tracce neolitiche a Cipro sono stati datati a circa 10000 anni fa.

Infine ci sono stati gli scavi degli ultimi anni condotti da Manning e colleghi nel sito di Ayia Varvara Asprokremnos che retrodatano ulteriormente l’inizio di quel periodo. I risultati sono stati pubblicati su Antiquity.

(Cornell University)

“Queste date significano che Cipro, un’isola a decine di miglia di distanza al largo della costa levantina, fu parte della rivoluzione neolitica”, spiega Manning. “Ora perciò bisogna prendere in considerazione anche i viaggi a lunga distanza e le comunicazioni marittime per spiegare come si sviluppò e si diffuse il neolitico”.

Scavi nel sito di Ayia Varvara Asprokremnos (Cornell University)

Fonti: Cornell University, Antiquity.

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: