Vai al contenuto

Gli esseri umani si incrociarono con i Neandertal/3

Mag 8, 2010

Lo studio condotto dai ricercatori Richard Ed Green e David Reich ha confrontato il genoma di cinque esseri umani viventi con il 60% di quello dei Neandertal, ottenuto nell’ambito del Neanderthal genome project, diretto dal genetista Svante Pääbo del Max Planck Institute.

I risultati ha permesso di stimare dall’1 al 4 % la quantità di genoma che i Sapiens dell’Eurasia devono a quella specie, presupponendo dunque un’ibridazione tra i due.

Richard Ed Green mentre tiene delle repliche degli ossi utilizzati per l'estrazione del DNA (Jim MacKenzie)

Ma lo studio conferma anche che gli antenati degli esseri umani viventi furono prevalentemente una piccola popolazione d’Africa che in seguito si diffuse in tutto il mondo.

La teoria più largamente accettata sulle origini dell’uomo moderno – nota come “Fuori dall’Africa” (out of Africa; la teoria alternativa si chiama “multiregionale“) – sostiene che gli antenati dell’Homo sapiens si originarono in Africa circa 200000 anni fa. Un gruppo relativamente piccolo di persone lasciò poi il continente per popolare il resto del mondo tra i 50000 e i 60000 anni fa, rimpiazzando gli uomini più primitivi.

Il professore Chris Stringer, ricercatore delle origini dell’uomo al Natural History Museum di Londra, è uno degli artefici della teoria ‘Fuori dall’Africa’. Dice: “In un certo senso lo studio conferma ciò che sapevamo già, nel senso che i Neandertal sembrano [appartenere a] una linea separata. Ma, naturalmente, la cosa veramente sorprendente per molti di noi è l’implicazione che ci fu qualche incrocio tra i Neandertal e gli uomini moderni in passato”.

L’ibridazione tra le due specie deve aver avuto luogo tra i 50000 e gli 80000 anni fa, proprio quando i Sapiens stavano lasciando l’Africa – forse mentre si trovavano ancora nel Nord Africa, oppure nel Levante, o nella penisola arabica.

Svante Paabo con un teschio di Neandertal (BBC)

La teoria ‘Fuori dall’Africa’ sostiene che gli uomini moderni sostituirono le popolazioni locali “arcaiche” come i Neandertal. Ne esistono però diverse varianti.

La versione più prudente propone che tale sostituzione ebbe luogo senza alcun incrocio tra Sapiens e altre specie.

Un’altra versione prevede invece un certo grado di assimilazione, o assorbimento, di altre specie umane nel patrimonio genetico dell’Homo sapiens. E l’ultima ricerca sostiene fermamente la seconda ipotesi.

Fonti: BBC; Science Daily.

Share

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: