Skip to content

L’esatta data di costruzione della Piramide di Cheope?

settembre 22, 2009

La Grande Piramide è considerata la tomba del Faraone Khufu (Kenneth Garrett/NGS)

La Grande Piramide è considerata la tomba del Faraone Cheope (Kenneth Garrett/NGS)

National Geographic parla della nuova e controversa ricerca del Consiglio supremo delle antichità egizie, secondo cui gli Egizi cominciarono a costruire la Grande Piramide il 23 agosto del 2470 a.C. I calcoli sono basati sulle apparizioni storiche della stella Sothis, l’odierna Sirius.

Abdel-Halim Nur El-Din, presidente del Consiglio supremo delle antichità egizie, spiega: “La comparsa di questa stella indica l’inizio del periodo dell’inondazione [del Nilo]”.

La teoria si basa du due considerazioni:

1. Gli antichi Egizi cominciavano le loro costruzioni all’inizio dell’inondazione (un fenomeno d’auspicio).

2. I Faraoni iniziavano sempre ad edificare le loro tombe all’inizio del loro dominio.

E siccome, secondo i ricercatori, Cheope (o Khufu, Medjedu) prese il potere nel 2470 a.C. e quell’anno l’inondazione cominciò 35 giorni dopo aver osservato Sothis (dal 17 al 19 luglio), l’inizio dei lavori è da datarsi al 23 agosto del 2470 a.C.

I dubbi e le contestazioni non mancano:

L’astronomo Mark Hammergren concorda sulle stime per Sothis, ma fa notare che la sua “prima comparsa” agli occhi umani è soggetta alle condizioni del tempo.

Mentre per Mahmoud Afifi, direttore generale della Giza antiquities:

1. È difficile far corrispondere il calendario occidentale con quello dell’Antico Egitto, visto che questo veniva azzerato ad ogni inizio del regno di un Faraone.

2. Queste datazioni sono peraltro inaffidabili: spesso erano alterate a causa di motivazioni politiche. Ci sono diverse stime sull’anno preciso in cui Cheope ascese al trono; per alcuni studiosi successe 139 anni prima della data proposta da Nur El-Din.

3. Per la progettazione della piramide ci sarà voluto un sacco di tempo che avrebbe fatto ritardare la costruzione oltre il primo anno di regno di Cheope.

Secondo Afifi, molti aspetti della Grande Piramide dovrebbero semplicemente rimanere avvolti nel mistero. “Non sappiamo neanche perchè [Cheope] scelse la piana di Giza per la sua tomba, quando suo padre stava a Dashur, a 30 km di distanza”, dice.

One Comment leave one →
  1. Antonio Martini permalink
    novembre 29, 2017 11:38 am

    per la progettazione, la preparazione dei materiali e i trasporti oltre l’organizzazione dei campi per i lavoratori ci vorrebbe calcolare pressa poco il tempo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: