Skip to content

Il Pireo era una volta un’isola

luglio 13, 2011

Nel primo secolo d.C., Strabone, geografo e storico greco, osservava che la penisola a sud di Atene, chiamata Pireo, in un momento passato era stata un’isola.

È insolito che la morfologia cambi così in fretta che gli esseri umani possano prenderne atto, sia pure nel corso delle generazioni, così questa è un’affermazione piuttosto interessante.

L’idea appare da altre parti nella tradizione orale ateniese, nonché nell’etimologia del nome stesso (“peran” significa “oltre” o “dall’altra parte”), così un gruppo di archeologi e geologi francesi e greci ha deciso di mettere alla prova tale affermazione.

Il porto centrale del Pireo (wiki)

Strabone, incisione del XVI secolo (wiki)

Il gruppo ha raccolto campioni di sedimenti nei pressi del Pireo per dedurre la sua paleogeografia e ha usato la datazione al carbonio per creare una timeline degli eventi. Alla fine, la storia di Strabone è rimasta confermata.

Circa 8000 anni fa, il Pireo era una penisola con una configurazione simile all’attuale.

Alla fine del Neolitico, tra il 4850 e il 3450 a.C., il continuo innalzamento del livello del mare iniziato alla fine dell’ultima era glaciale aveva sommerso la connessione del Pireo con la terraferma, rendendolo una vera e propria isola.

Poi, durante l’antica e la media età del bronzo, tra il 2850 e il 1550 a.C., i sedimenti depositati dai fiumi Cefiso e Korydallos avevano trasformato la regione tra il Pireo e la terraferma in una laguna poco profonda, separata dal Mediterraneo da creste di spiaggia sabbiosa.

Infine, nel V secolo a.C., nel tempo in cui fioriva la città-stato ateniese, i sedimenti avevano causato la formazione di una grande palude d’acqua dolce, e i leader ateniesi avevano costruito muraglie per fortificare la connessione tra Atene e il Pireo, che era il porto della città. Le prove mostrano che la laguna non fu riempita durante i lavori di costruzione, ma le paludi d’acqua dolce fornivano una connessione di terra sufficiente.

Le lunghe mura (wiki)

Una porta delle lunghe mura (wiki)

Tutto questo indica che Strabone aveva ragione, il che è doppiamente impressionante, considerando che il Pireo non poteva correttamente essere definito un’isola se non almeno un paio di millenni prima. I ricercatori forniscono un paio di ipotesi per spiegare come fece lo storico a conoscere tale situazione: semplicemente la tradizione orale ateniese era così buona da tramandare la conoscenza in modo affidabile per tutto quel tempo, oppure Strabone fu un geografo talmente qualificato che dedusse il fatto stesso esaminando la topografia e le paludi intorno al Pireo (assistito, forse, dal significato del nome).

Liutprand

Geology

2 commenti leave one →
  1. ottobre 1, 2011 9:13 pm

    MOLTO MA MOLTO INTERESSANTE ANCHE PER ME ABITANTE PROPRIO DI PIREO

    Mi piace

  2. giacomo permalink
    marzo 24, 2012 5:28 pm

    vi è dell’altro in zona: forse, la causa è un’altra perchè in zona, vi sono caduti diversi meteoriti abbastanza grossi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: