Vai al contenuto

Scoperto un nuovo sito Chachapoyas: Atumpucro

settembre 19, 2010

Un complesso archeologico pieno dei tipici edifici circolari Chachapoyas è stato scoperto dal fotografo ed esploratore locale Martín Chumbe nella foresta amazzonica del Perù.

(Andina)

Il complesso, chiamato Atumpucro come la montagna su cui giace, è situato sulla riva occidentale del fiume Utcubamba a oltre mille metri di quota. Si trova nel distretto di San Juan de Lopecancha, nella provincia di Luya, e dista 2 ore di macchina e 40 minuti di cammino dalla moderna città di Chachapoyas.

Il sito sembra avere un’estensione di oltre due ettari e circa 150 case che, fatte di pietra, sono ancora in buono stato di conservazione.

Valle dell'Utcubamba (wiki)

“È un bellissimo posto. Tutte le case hanno finestre rettangolari, nicchie e fregi in tutti gli ambienti. Le case sono costruite sopra grandi terrazze (delle ‘piattaforme’ edificate sui pendii della montagna) e ci sono imponenti mura lunghe circa 50 metri e alte 3″, spiega Chumbe.

Posta tra i siti turistici di Revash e la fortezza Chachapoyas di Kuélap, si pensa che Atumpucro possa diventare una nuova attrazione turistica. Dall’alto di questa montagna si possono ammirare la valle del fiume Utcubamba e gran parte del distretto di Jalca Grande.

Sono sottolineati in giallo i siti di Revash e Kuélap (inkanatura.com)

Le tombe di Revash (Graham Gordon/flickr)

La fortezza di Kuélap (wiki)

(wiki)


Una casa circolare a Kuélap (Boring Lovechild/flickr)

“Le opere architettoniche [sono state costruite con grande abilità], il che ne ha permesso la sopravvivenza per tutto questo tempo nonostante la loro precaria ubicazione”, aggiunge Chumbe. “Ora tocca alle autorità fare in modo che il sito venga preservato e protetto”.

I Chachapoyas, chiamati anche guerrieri delle nubi, furono un popolo che abitò la zona andina presso le foreste nebbiose della regione di Amazonas dell’odierno Perù tra l’VIII e il XV secolo d.C. Le loro terre vennero conquistate dagli Incas pochi anni prima dell’arrivo degli spagnoli.

Fonte: Andina (qui o qui).

One Comment leave one →
  1. notitiae permalink
    settembre 20, 2010 10:31 am

    Le scoperte archeologiche sono sempre intrigantemente misteriose… Complimenti per la notizia…
    Il mio sito NotitiAE a breve pubblicherà qualcosa di archeologia, una branca del sapere molto interessante. Il link: notitiae.wordpress.com
    Grazie per il bellissimo articolo con foto, cartine (sempre utili per rendersi conto con precisione della località), Un bel lavoro! Complimenti…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: