Skip to content

La top ten dei siti archeologici in Turchia

febbraio 7, 2010

Il quotidiano Today’s Zaman elenca i 10 migliori siti archeologici da visitare in Turchia.

L’ardua selezione è basata sulla quantità di rovine e sulla bellezza dell’ambientazione piuttosto che sul significato storico.

Efeso

Una lista di questo genere non può che includere Efeso. Ai tempi di Augusto divenne la capitale della provincia romana dell’Asia minore, con una popolazione di oltre 200000 abitanti.

Il suo antico splendore è oggi visibile nei suoi numerosi tesori archeologici.

La ricostruita biblioteca di Celso (todayszaman.com)

(Kathy Perry/flickr)

Il Teatro Grande, con 25000 posti a sedere (Norman Herr/wiki)

(romanhideout.com)

Afrodisia

Se Efeso ha un problema è la enorme popolarità. Lo stesso non si può dire dell’egualmente ammirevole Afrodisia: la localizzazione nell’entroterra la rende una destinazione meno desiderabile per i viaggiatori occasionali e di crociere.

Qui si può passeggiare nella quiete tra le numerose rovine di ciò che un tempo era la capitale della provincia romana della Caria.

La popolazione non raggiungeva probabilmente i 15000 abitanti, tuttavia il suo santuario dedicato alla dea Afrodite era molto conosciuto.

Il tetrapilo di Afrodisia (M. Chloe Mulderig/wiki)

Lo stadio di Afrodisia (Dpalma01/wiki)

Hierapolis

Questo sito è noto per esser stato costruito sulla sommità di Pamukkale (“castello di cotone”), la località tipica per le sue sorgenti calde.

È una stupenda città di epoca romana.

Il teatro (Radomil/wiki)

Porta di Frontino (Omerulusoy/wiki)

Pergamo

La città era famosa per aver “inventato” la pergamena e per le sue strutture mediche (qui nacque il medico greco Galeno).

L’eccezionale teatro è tagliato sul fianco della collina, ad una angolatura che avrebbe fatto venire le vertigini a qualcuno dei suoi 10000 spettatori.

(pbase.com)

(pbase.com)

Priene, Mileto e Dydyma

Questi tre meravigliosi siti archeologici possono essere facilmente visitati nello stesso giorno. Ognuno ha qualcosa da offrire: Priene è situata sul fianco di una collina e ha una spettacolare vista sul fiume Meandro; Mileto possiede un enorme teatro eccezionalmente preservato; Dydyma invece vanta le rovine di un tempio dedicato ad Apollo – una volta, il secondo più grande del mondo, superato solo dal tempio di Artemide (sorella di Apollo) nella vicina Selçuk.

Priene. Tempio di Atena (Pedro Lassouras/wiki)

Il tempio di Apollo a Dydima (Dick Osseman/pbase.com)

Il teatro di Mileto (AtilimGunesBaydin/wiki)

Patara

Spesso i visitatori di Patara di “distraggono” con la spiaggia che sta dietro al sito. La città è romantica, specialmente al tramonto, quando gli alberi di eucalipto creano un’atmosfera che ricorda l’Australia.

Oltre all’immancabile anfiteatro, ci sono anche sarcofagi della Licia, un tempio di Atena e un antico granaio vicino a un laghetto.

Panoramica di Patara (Pataramyra/wiki)

La via principale di Patara recentemente restaurata (John Morgan Evans/wiki)

Arykanda

Questo sito non è popolare come quelli sopra menzionati, è piuttosto sperduto e viene solitamente ignorato. Ed è un peccato dato che le viste dal suo teatro sono stupende.

Ad Arykanda si trovano anche delle grandi terme, una basilica e addirittura uno stadio con le gradinate solo da un lato.

L'agorà (lexicorient.com)

Le terme (lexicorient.com)

Il teatro (lexicorient.com)

Olympos

Le sue rovine non sono certo le più emozionanti della Turchia, ma si inseriscono proprio dietro a una bella spiaggia praticamente immersa in un sottobosco mediterraneo di olivi, vini, oleandri e allori.

Le terme di Olympos (Radosław Botev/wiki)

La spiaggia (Hilmi Ayhan/wiki)

Termessos

Questa antica città della Pisidia venne costruita alla notevole altitudine di più di 1000 metri. Qui si possono visitare i notevoli resti di ginnasio, terme, odeon e necropoli.

E portatevi scarpe resistenti: dovrete arrampicarvi per vedere tutto.

Le tombe tagliate nella roccia (Patrickneil/wiki)

Il teatro di Termessos (Margot Wolfs/flickr)

Il sarcofago coi leoni (mxpeyne/flickr)

Sagalassos

Come Arykanda, Sagalassos non è una delle tradizionali mete turistiche. E, come Termessos, era una roccaforte dei pisidi costruita su una ripida collina.

I puristi potrebbero mal sopportare la ricostruzione dei monumenti archeologici, ma i suoi tesori meritano decisamente di essere visti.

(Tijl Vereenooghe/wiki)

La fontana monumentale (Istanbul Kay/flickr)

L'heroon (Tijl Vereenooghe/wiki)

Fonte: Today’s Zaman

Share

10 commenti leave one →
  1. Marica permalink
    aprile 6, 2012 7:06 am

    Ho visitato la Turchia quest’estate e ci sono tornata nelle vacanze natalizie mi ha sorpreso!! E’ un popolo imprevedibile e avanti a noi decisamente!!! Penso di tornarci ancora , merita veramente!!

    Mi piace

    • Gianluigi permalink
      aprile 6, 2012 11:31 am

      Per Marica , ciao !!!
      Che zona hai visitato? era un viaggio organizzato e in quanti eravate??? io viaggio da solo e ci vorrei andare specie per visitare la Cappadocia. Qual’è la stagione migliore per visitare la Turchia standoci 2 mesi secondo te?
      Ci sono pericoli per chi visggia da solo ? E con l’inglese si riesce a comunicare sufficientemente? E Il visto per quanto tempo te lo concedono?
      Grazie dal viaggiatore per scelta e non per caso
      Gianluigi Vezoli

      Mi piace

    • dicembre 19, 2017 12:06 pm

      Ma dove vivi per dire che la Turchia è avanti noi?

      Mi piace

  2. Lina permalink
    aprile 6, 2012 5:45 pm

    Ciao Gianluigi, anch’io avrei voglia di Turchia e viaggio sola, ma mi dicono che quest’anno nessuno ci vuole andare per cui non arganizzano tour !!!!
    ciao da una donna curiosa
    Lina

    Mi piace

    • mario permalink
      marzo 28, 2015 3:09 pm

      La Turchia è sicuramente uno dei Paesi più affascinanti e ricchi di storia. E poi c’è la Cappadocia..un luogo veramente unico che ti resterà nel cuore..vai a Goreme e gira a piedi o in pulmino…resterai affascinata…non vedo problemi di sorta per andare..la gente è affabile e disponibile…da sola o con un’amica va bene…

      Mi piace

  3. skanda87 permalink
    aprile 14, 2012 4:20 pm

    la turchia è un paese stupendo, ho la fortuna di averci trascorso 2 settimane a spasso per i maggiori siti archeologici (priene, afrodisias, istanbul, izmir per citarne alcuni…) ed è un viaggio che rifarei partendo stasera stessa!

    Mi piace

  4. Elisabetta permalink
    settembre 6, 2012 1:15 pm

    Ho passato due mesi un Turchia. La prima volta quando ancora non era attrezzata per il turismo; quasi 5000 Km. partendo da Antalya. Malgrado ciò all’ora era avanti a noi 20 anni con le poche strutture alberghiere da sultanati, organizzazione, sicurezza, cultura e civilità.
    Un’altro mese sulle coste del mar nero da Samsung a Trebisonda. Non ho parole.
    E’ uno stato altamente stupendo, civile e sicuro in tutto.
    E’ uno stato dove si respira aria di libertà, civiltà, cultura. I siti archeologici sono gelosamente conservati. Le strutture turistiche al top. Il meglio lo trovi.

    Mi piace

  5. luglio 5, 2013 11:00 am

    Sono stata in Turchia visitando Anatolia e Cappadocia. Confermo che le loro strutture sono fantastiche, non ti aspetti tutta quella pulizia e confort, prima delle strade, panoramiche e gradevolissime, gia’ ci sono piccoli alberi piantati con cura, i siti ar cheologici e quelli naturali con i camini delle fate lasciano a bocca aperta ( e’ tutti dire calcolando che io vivo a Roma), credo che sia uno dei viaggi, e ne ho fatti tantissimi, che rifarei subito. U
    N abbraccio a tutti i v,iaggiatori instancabili come me. paola

    Mi piace

  6. Silvio permalink
    luglio 29, 2013 5:55 pm

    Ciao abbiamo visitato la Turchia per tre volte negli ultimi 4 anni ed è un posto meraviglioso con gente stupenda. I nostri viaggi sono improntati per la maggior parte su siti archeologici che si può dire abbiamo visto per la maggior parte, giriamo da soli in auto noleggiata in Turchia e non abbiamo mai avuto problemi.

    Mi piace

  7. marzo 1, 2018 11:29 am

    Sono stato due volte in Turchia per lavoro nel 2000 e nel 2004. a Kinet Hoyuk sul mare Mediterraneo presso il confine con la Siria e ad Istanbul (realizzo indagini geofisiche per la individuazione di strutture archeologiche sepolte) e ho il ricordo piacevole di una popolazione estremamente gentile ed ospitale.
    Sandro Veronese

    Mi piace

Rispondi a Elisabetta Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: