Vai al contenuto

Scavato un cimitero Lusaziano

novembre 19, 2013

Nel villaggio di Łęgowo, in Polonia, è stato scavato un grande cimitero della cultura lusaziana, risalente alla Tarda Età del Bronzo e alla Prima Età del Ferro. “Abbiamo studiato 151 fosse, che contenevano cremazioni”, ha detto Marcin Krzepkowski, a capo delle ricerche. “I familiari non si erano risparmiati nelle offerte per l’ultimo viaggio: abbiamo contato più di un migliaio di recipienti di ceramica”.

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

I resti cremati in questo periodo – contemporaneo al famoso insediamento fortificato di Biskupin – venivano solitamente posti nelle urne funerarie. Una pratica comune osservata in questo cimitero era quella di coprire le urne con delle scodelle, mettendo qualche recipiente capovolto, o mettendole a lato e ponendo mestoli e coppe all’interno di grandi recipienti. La fossa, oltre a urna e scodella, di solito conteneva anche una dozzina di recipienti. In alcuni casi, il loro numero raggiungeva 40.

“Tra le migliaia di recipienti ne abbiamo scoperti alcuni riccamente decorati. Per l’ultimo viaggio, il defunto riceveva anche oggetti di bronzo, tra cui 10 spille, una falce e un rasoio”, dice Krzepkowski.

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

Particolarmente toccanti erano poi le fosse dei bambini. Le loro contenevano piccoli recipienti e sonagli di ceramica. In una fossa gli archeologi hanno rinvenuto un cucchiaio con un manico a forma di testa di uccello, in un’altra una scodella con la figura di un volatile.

(Science and Scholarship in Poland)

Un sonaglio nella forma di cuscino riempito con delle palline (Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

(Science and Scholarship in Poland)

“Una scoperta unica in questa parte della Polonia è un piccolo oggetto di ceramica rettangolare, associato al culto del focolare e della casa, il cosiddetto idolo della luna. Tali oggetti si trovano solitamente nei cimiteri della Slesia, principalmente nell’area di Breslavia”, spiega l’archeologo.

Le prime notizie sugli scavi di un cimitero lusaziano, nei pressi di Wągrowiec, risalgono addirittura al XV secolo. Il cronista Jan Długosz scrisse che “nate dal grembo della terra vi sono ceramiche nate solo dall’arte della natura, senza alcun aiuto umano, di tutte le forme, simili a quelle che le persone usano. Sono delicate e leggere mentre sono ancora nel terreno, eppure quando vengono rimosse diventano rigide e si induriscono al Sole e al vento”.

Ricostruzione di Biskupin (wiki)

Ricostruzione di Biskupin (wiki)

(Past Horizons)

(Past Horizons)

Science and Scholarship in Poland

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: