Skip to content

Un antico amuleto cinese trovato in Canada

novembre 12, 2011

Gli archeologi hanno portato alla luce una curiosa moneta di oltre 300 anni, a nord-ovest di Carmacks, nello Yukon.

Essa fornisce un collegamento tra la Cina del XVII secolo, i commercianti russi e le Prime Nazioni, i popoli indigeni dell’odierno Canada che non sono né Inuit né Métis.

(James Mooney)

Lo Yukon (wikipedia)

Le monete di alcuni imperatori cinesi erano considerate particolarmente di buon auspicio e venivano usate come amuleti – a volte portati sugli abiti.

Questa, rotonda con un foro quadrato nel centro e altri piccoli buchi, venne coniata tra il 1667 e il 1671 e risale all’epoca di Kangxi, imperatore della Cina della dinastia Qing.

“Tali monete sono considerate fortunate perché Kang significa salute e xi significa prospero”, dice Gary Ashkenazy, esperto di antiche monete cinesi. “Inoltre, l’imperatore Kangxi regnò per più di 60 anni, quindi il suo nome è associato alla longevità”.

Territorio dei Tlingit (wikipedia)

James Mooney, della Ecofor Consulting Ltd., spiega: “Le prime testimonianze che documentano l’ingresso di stranieri nel territorio Tlingit sono della metà del 1700”.

I commercianti russi scambiavano perline di vetro, seta e monete e altri beni dalla Cina in cambio di pellicce di lontra di mare, foca, castoro, volpe e martora. I Tlingit, a loro volta, commerciavano la merce esotica con nativi delle Prime Nazioni.

The Vancouver Sun

Discovery

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: