Skip to content

Scoperta la ‘Tomba delle lontre’ sulle Isole Orcadi

dicembre 3, 2010

I resti di almeno otto persone sono stati recuperati dalla tomba recentemente scoperta nella località di Banks, su South Ronaldsay (una delle isole Orcadi, in Scozia).

La tomba, situata nel parcheggio di un piccolo ristorante, era stata in parte danneggiata in seguito a dei lavori con degli escavatori, che però avevano fortunatamente toccato solo la superficie.

(Sigurd Towrie)

(Sigurd Towrie)

(Sigurd Towrie)

(Sigurd Towrie)

Le isole Orcadi (wiki)

La tomba è stata scoperta lo scorso 18 settembre proprio dal proprietario del ristorante, Hamish Mowatt.

Mowatt si era sempre chiesto cosa giacesse sotto quella grande pietra lunga 2 metri e mezzo, e alla fine la curiosità ebbe la meglio. Dopo aver scavato un piccolo buco per valutare lo spessore della pietra, ci infilò un sottile filo e capì che c’era uno spazio sotto di almeno un metro.

Rimuovendo accuratamente della terra e due pietre, Mowatt poté infine vedere una superificie rocciosa. Illuminando l’interno con una torcia vide la camera con una ventina di centimetri di acqua sul fondo.

“Ho una videocamera subacquea”, racconta Mowatt. “La infilai nella buca [e] potei vedere chiaramente una superficie rocciosa, ma andando più avanti vidi distintamente quello che mi sembrava essere un teschio bianco, con le due orbite rivolte verso di me”.

(Sigurd Towrie)

Finora sono state parzialmente scavate due delle cinque camere e ne sono stati prelevati dei campioni.

Schizzo della mappa della tomba. La freccia indica l'ingresso (Dan Lee ORCA)

Erano 30 anni che non si aveva la possibilità di studiare delle sepolture neolitiche intatte in Scozia.

“La scienza ha fatto dei grandi passi in avanti negli ultimi cinque anni”, dice l’archeologa Julie Gibson. “Ora è possibile scoprire il luogo dove uno è cresciuto, per esempio. E nel caso dell’Amesbury Archer (o anche il cosiddetto Boy with the Amber Necklace), trovato vicino a Stonehenge, si è visto che aveva attraversato le Alpi. Non è per niente sicuro che tutte le persone in questa tomba nacquero qui, nelle Orcadi”.

Per il momento sarà il paleopatologo Dave Lawrence a studiare i resti scheletrici, confrontandoli anzitutto con quelli rinvenuti a poche centinia di metri nella cosiddetta Tomb of the Eagles, probabilmente risalente allo stesso periodo.

Interno della Tomb of the Eagles - Isbister chambered Cairn (wiki)

Lo scorso anno alle isole Orcadi erano state scoperte altre stutture e una “cattedrale” neolitiche.

Fonte: Orkneyjar (qui, qui e qui).

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: