Vai al contenuto

Un rito funebre Moche

settembre 5, 2010

Secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of Archaeological Science, un rituale della civlità Moche (o Mochica) prevedeva l’esposizione dei loro morti a degli insetti che mangiavano i cadaveri.

Gl autori della ricerca J.B. Huchet, dell’Università di Bordeaux e Bernard Greenberg, dell’Università dell’Illinois di Chicago, hanno descritto una particolare sepoltura presso il sito di “Huaca de la Luna“, un tempio in mattoni di adobe oggi situata in Perù.

Huaca de la Luna (JAS, Elsevier)

Ricostruzione artistica di Huaca de la Luna (wiki)

Nella sepoltura sono stati trovati i resti di un uomo sui vent’anni, cinque ornamenti di rame nella sua bocca e quattro recipienti.

Sul teschio si distinguono aree colorate con del cinabro rosso (JAS, Elsevier, B. Guttierez León, 2007)

Lo studio rivela che “lo scheletro era incompleto e che era stato messo in disordine prima [del suo ritrovamento]: l’avambraccio sinistro e la parte inferiore delle gambe (‘lower legs‘) erano del tutto scomparsi, e l’omero destro era stato rimesso sul lato sbagliato. Con tutta probabilità, questo disordine è dovuto alla riapertura della tomba da parte dei Moche, e non da tombaroli che avrebbero preso gli oggetti della tomba per venderli, [senza] perdere tempo con lo scheletro”.

Nella tomba erano disseminati i resti degli insetti, tra cui quelli di almeno 200 mosconi, oltre a coleotteri e altri insetti mangiatori di carne. Le rappresentazioni artistiche nel sito comprendono scene di questi insetti intorno a scheletri e prigionieri di guerra che erano probabilmente sacrificati a Huaca de la Luna.

Gli archeologi stimano inoltre che il cadavere dell’uomo venne esposto per almeno una settimana prima di essere sepolto.

I pupari rinvenuti (C. Chauchat/J.B. Huchet, 2008)

(C. Chauchat/J.B. Huchet, 2008)

Guerrieri Moche mentre conducono dei prigionieri nudi. Sopra di loro sono raffigurate "mosche" (Colchagua Museum, Chile, JAS)

Nello studio viene poi fatto un paragone tra Moche e antichi Egizi sul modo in cui le due culture vedevano questi insetti.

Gli Egizi – scrivono – facevano ciò che potevano per prevenire la distruzione del cadavere, tra cui allegare preghiere scritte con il corpo e praticare l’imbalsamazione. Gli Egizi “speravano” che il ka avrebbe accompagnato il corpo del defunto nell’eternità, mentre i Moche esponevano deliberatamente il corpo agli insetti con la “speranza” che questi portassero con sé l’anima o lo spirito del defunto.

Pittura murale a Huaca de la Luna (wiki)

La civiltà Moche fiorì all’incirca tra il 100 e il 750 d.C. sulla costa nord del Perù, tra le Ande e il Pacifico.

Huaca de la Luna fa parte, insieme a Huaca del Sol, del complesso archeologico Huacas de Moche (o Huacas del Sol y de la Luna). Tra i due templi, ai piedi del monte Cerro Blanco, si trovava la città.

Huaca de la Luna e alle sue spalle il Cerro Blanco (wiki)

Territorio occupato dai Moche (wiki)

Fonti: Science Fair – USA Today, Journal of Archaeological Science.

Share

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: