Vai al contenuto

Dei sacrifici umani e animali a Luoyang

giugno 16, 2010

In un sito archeologico della città di Luoyang, in Cina, sono stati scoperti resti sacrificali di uomini e animali.

Le ossa fanno parte di un cimitero recentemente scoperto, grande quasi 945 m², che risale alla Dinastia Zhou occidentale (1100 a.C. – 771 a.C.) e contiene 14 tombe, un canale e 59 fosse.

(Imagechina/AP)

In quel periodo, i sacrifici animali – e a volte umani – rivolti agli antenati o alle divinità erano parte integrante della cultura cinese. Lo scopo era spesso la benedizione delle case, dice David Sena, storico della Cina all’Università del Texas ad Austin.

(Imagechina/AP)

Gli animali sacrificati includevano cavalli, cani, maiali e altri animali da fattoria.

(Imagechina/AP)

“In generale, c’è stata una tendenza a descrivere la Dinastia Zhou occidentale come un periodo più ‘umanistico’, nel quale la pratica dei sacrifici umani” – che era ordinaria durante la precedente Dinastia Shang – “stava diminuendo”, dice Sena.

“Ma io penso che i [resti] archeologici mostrino piuttosto chiaramente che i sacrifici umani continuarono anche per tutto il periodo Zhou”.

Tra gli oggetti recuperati c’è anche un guscio di tartaruga: non si sa quale fosse il rituale durante la Dinastia Zhou occidentale, ma – spiega Sena – all’epoca della Dinastia Shang il guscio veniva riscaldato e le incrinature così formatesi lette.

Il guscio di tartaruga (Imagechina/AP)

Inoltre, grandi ed elaborati recipienti di bronzo venivano spesso usati durante le cerimonie per “offrire carne, grano, birra e altri tipi di alcolici agli antenati”, conclude Sena.

Un vaso di ceramica (Imagechina/AP)

Fonte: National Geographic.

Share

One Comment leave one →
  1. giacomo permalink
    giugno 18, 2010 9:03 am

    Per Aezio: per quanto riguardino antichi gusci di tartaruga cinesi,abbiamo trovato due di essi ove dimostrano di essere l’Italia il “loro Eden occidentale”; tali gusci, riportano segni e caratteri, di cui due uguali ai due Santuari del Nord e doppio Santuario egizio.
    Vi é un’altro segno estremamente importante simile a quello di Sant’Eramo, (le 5 vie di Sant’Eramo)riguardante il meridione italico antico, ricollegandosi ad un specchio etrusco. Farò avere in seguito tali fotografie e spiegazioni sui gusci cinesi. In questi giorno, a Genova devo vedermi con i Beni Archeologici, perché tanto tempo trascorso, ho scoperta una antica strada romana sottoterra nel centro storico ma, vi sono difficoltà a ritornarci. Sarebbe una rarità per Genova. Saluti giacomo.-

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: