Skip to content

La top ten delle notizie di archeologia del 2010

dicembre 27, 2010

National Geographic presenta la classifica delle notizie sull’archeologia più popolari nel 2010.

10. Il tunnel segreto del faraone

In piedi su dei gradini di legno che proteggono una scalinata di pietra di 3300 anni, Zahi Hawass posa in un misterioso tunnel che collega l’antica tomba del faraone Seti I a… niente.

Dopo tre anni passati a rimuovere i detriti e recuperare manufatti con un sistema di carrelli di miniera (le rotaie sono visibili sulla sinistra), gli scavatori hanno raggiunto un muro. Sembra che gli antichi operai che crearono il tunnel sotto la Valle dei Re si fermarono bruscamente dopo aver scavato 147 metri nella roccia.

Vedi: Raggiunta la fine del tunnel della tomba di Seti I.

(Amr Abdallah Dalsh, Reuters)

9. Una capsula del tempo in Antartide

Quasi un secolo dopo la spedizione nel Polo Sud da parte del capitano Robert Falcon Scott, gli esperti stanno lavorando per salvare la capanna di legno dell’esploratore britannico (fotografata sull’isola di Ross nell’agosto del 2006), e altre tre situate nell’area, per evitare che finiscano sepolte per sempre sotto la neve.

L’edificio, grande 15 x 7.6 metri, poteva ospitare fino a 33 uomini. Scott e compagni ci stettero prima della sfortunata spedizione Terra Nova, quando, nel tentativo di raggiungere per primi il Polo Sud, lui e altri quattro compagni morirono.

(Barcroft/Fame Pictures)

8. Il Titanic si sta deteriorando

In questa fotografia rilasciata l’1 settembre – il 25′ anniversario della riscoperta del Titanic – si vedono i “ghiaccioli” di ruggine che ormai hanno invaso il relitto, situato a una profondità di 3.8 chilometri.

Questa e altre immagini del Titanic, fatte a fine agosto, sono tra i primi risultati della Expedition Titanic. Il suo obiettivo: usare produzione di immagini acustiche, sonar e video 3-D per preservare il Titanic nel suo attuale stato e aiutare a determinare di quanto si sia mosso il relitto e quanto potrebbe durare.

(Premier Exhibitions, Inc. and Woods Hole Oceanographic Institution)

7. 12 punti di riferimento che stanno svanendo

Gli affreschi danneggiati della chiesa di San Gregorio – Tigran Honents sono il risultato dell’incuria nella città medievale di Ani, oggi in Turchia.

Posta in una zona militarizzata vicino al confine con l’Armenia, la città è uno dei 12 siti culturali sul punto di crollare, secondo un rapporto stilato dalla Global Heritage Fund.

Vedi: 12 siti sul punto di crollare.

(Umit Bektas, Reuters)

6. I risultati degli esami del DNA di Tutankhamon

Oggi, il faraone Tutankhamon potrebbe essere visto come il golden boy dell’antico Egitto. Ma durante il suo regno non era esattamente un robusto dio del Sole.

Uno studio del DNA ha dimostrato che era di corporatura fragile, afflitto da malaria e malattie alle ossa. La sua salute era forse stata compromessa dalle sue (recentemente scoperte) origini incestuose.

Vedi: I misteri della vita di Tutankhamon

(Kenneth Garrett, National Geographic Stock)

5. Trovato un tempio “mitico”

Il complesso religioso di mille anni fa (che include una tomba con sacrifici umani, mostrati nella ricostruzione digitale) è stato trovato sotto le dune del Perù nordoccidentale.

La scoperta del complesso, scavato vicino alla città di Chiclayo tra il 2006 e il 2009, ha fornito elementi concreti sulla leggenda di Naylamp, il mitico fondatore della civiltà pre-Inca di Lambayeque nell’VIII secolo d.C., a seguito del caduta della civiltà Moche.

Vedi: Il tempio di Naylamp

(Carlos Wester La Torre)

4. I laser rivelano una città Maya

I laser aereotrasportati utilizzati dai coniugi Chase sono riusciti a penetrare la fitta giungla dell’America Centrale e a svelare nuove eccezionali immagini dell’antica città Maya di Caracol, nel Belize.

Una versione avanzata della tecnologia LiDAR ha permesso di ricostruire in 3-D l’insediamento, che è molto più grande di quanto chiunque pensasse. Il rilevamento ha svelato edifici sconosciuti, strade e altre caratteristiche in soli quattro giorni.

Vedi: Una nuova tecnologia laser svela la città Maya di Caracol.

(University of Central Florida Caracol Archaeological Project)

3. Delle forme mostrano un mondo amazzonico “perduto”

Centinaia di cerchi, quadrati e altre forme geometriche una volta nascoste dalla foresta indicano l’esistenza – secondo un nuovo studio – di un’antica società precedentemente sconosciuta, fiorita in Amazzonia.

Le immagini satellitari della parte superiore del bacino dell’Amazzonia, prese dal 1999, hanno rivelato più di 200 sterramenti distanti anche più di 250 chilometri.

I ricercatori che hanno condotto lo studio, tuttavia, stimano che nell’intera Amazzonia il numero di tali opere – il cui scopo è sconosciuto – sia superiore di circa dieci volte.

Vedi: Un’antica civiltà amazzonica.

(Édison Caetano)

2. Trovata l’arca di Noè?

Un team di esploratori di un’organizzazione evangelica ha annunciato lo scorso aprile di aver trovato i resti dell’arca di Noè sotto la neve e i detriti vulcanici sul monte Ararat.

Ma alcuni alcuni archeologi e storici hanno preso l’ennesimo annuncio di ritrovamento dell’arca di Noè (vedi qui gli altri) tanto seriamente quanto hanno fatto con gli altri – non molto.

Vedi: Alla ricerca dell’arca di Noè.

Il monte Ararat (Martin Gray, National Geographic)

1. Risolto il mistero dei Manoscritti del Mar Morto?

La recente decodificazione di un enigmatico calice, gli scavi dei tunnel dell’antica Gerusalemme, e altri lavori archeologici investigativi potrebbero aiutare a risolvere uno dei grandi misteri biblici: chi scrisse i Rotoli del Mar Morto?

Dei nuovi indizi suggeriscono che i rotoli, che includono alcuni dei più antichi documenti biblici conosciuti, potrebbero essere appartenuti a diversi gruppi, nascostisi in tempo di guerra – e potrebbero persino essere “il grande tesoro del Tempio di Gerusalemme”, quello che secondo la Bibbia ospitava l’Arca dell’Alleanza.

(Baz Ratner, Reuters)

Fonte: National Geographic.

One Comment leave one →
  1. dicembre 28, 2010 11:54 pm

    Tutte notizie decisamente interessanti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 468 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: